Trasporti, mobilità sostenibile e Tav a Scala Mercalli

  • 2 Aprile 2016

Nella puntata di "Scala Mercalli" andata in onda sabato 26 marzo 2016 si è parlato del tema dei trasporti e della mobilità: i benefici del trasporto su rotaia, ma anche di infrastrutture inutile e antieconomiche come il TAV Torino-Lione, del trasporto su mare, di veicoli elettrici e di scelte comportamentali. Il video sul TAV.

ADV
image_pdfimage_print

Nella puntata di “Scala Mercalli” andata in onda sabato 26 marzo (stranamente in seconda serata) si è parlato del tema dei trasporti e della mobilità. (vedi video qui sotto). Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia il 23% delle emissioni di CO2 proviene dal settore dei trasporti.

Con la globalizzazione inoltre lo scambio di merci sta crescendo vertiginosamente, richiedendo sempre nuove e più imponenti infrastrutture, con impatti sull’ambiente che non possono essere trascurati. Ecco perché – si spiega nel corso della puntata – un futuro dei trasporti basato sulla sostenibilità è un’assoluta priorità.

L’interessante e ben costruita puntata si è aperta con un’indagine condotta in prima persona da Luca Mercalli, tra Francia e Italia, che punta a spiegare gli impatti economici ed ambientali della nuova linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione. Una risposta tecnico-scientifica alla domanda se sia davvero necessaria questa costosissima infrastruttura.

Ma il problema dell’impatto ambientale di mastodontiche infrastrutture riguarda anche il Centroamerica, dove si stanno completando i lavori d’ampliamento del canale di Panama, e si progetta anche un nuovo e devastante canale in Nicaragua, interamente finanziato da capitali cinesi.

Come sempre Scala Mercalli non si limita a individuare i problemi ambientali più attuali, ma si pone anche l’obiettivo di evidenziare le possibili strade per il futuro. E in tema di trasporti il futuro non può che essere elettrico. Si vedono così esempi di utilizzo di veicoli elettrici sia via mare, come il nuovo traghetto norvegese che fa a meno del carburante fossile, sia via terra, visitando la Toyota in Giappone, una delle più avanzate case automobilistiche del mondo in fatto di ricerca sull’auto elettrica e a idrogeno.

Come il problema dei trasporti può essere mitigato anche evitando gli spostamenti inutili, come molti pendolarismi casa-lavoro non necessari? Già oggi infatti il telelavoro permette di lavorare senza muoversi da casa.

Ospite della puntata è il prof. Domenico Gattuso, docente di ingegneria dei Trasporti all’Università di Reggio Calabria, e fautore della mobilità dolce.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti