Scrivi

Nuovo codice appalti pubblici: il decreto approvato dal governo

Il decreto legislativo rappresenta il superamento della "Legge Obiettivo" e prevede che nelle gare sia privilegiata l’offerta economicamente vantaggiosa, mentre il massimo ribasso verrà applicato solo in casi particolari. Favorito l’uso della piattaforma software BIM (Building Information Modeling) nei progetti. Il decreto va ora all’esame delle Camere.

ADV
image_pdfimage_print

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo sul nuovo “Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione”. Il decreto passa ora all’esame delle Camere. Nelle intenzioni del governo, il nuovo Codice rimette al centro dell’attenzione la qualità (delle gare, dei progetti, delle imprese, delle stazioni appaltanti) e rappresenta il superamento della Legge Obiettivo grazie, in particolare, all’eliminazione del ricorso a procedure straordinarie. In tal modo, si riconduce la pianificazione e la programmazione delle infrastrutture agli strumenti ordinari di pianificazione, come il Piano triennale generale dei trasporti e della logistica.

ADV
×