Diagnosi energetica nelle PMI, cosí ripartiti i 10 milioni di euro per le Regioni

  • 7 Gennaio 2016

CATEGORIE:

I fondi andranno a copertura del 50% dei costi che le PMI dovranno sostenere per le diagnosi energetiche. Prima è la Lombardia con 2.686.500 euro.

ADV
image_pdfimage_print

Con il DM 21 Dicembre 2015 (allegato in basso) il Ministero dello Sviluppo Economico, insieme al Ministero dell’Ambiente, ha approvato i programmi regionali finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie imprese (PMI) o l’adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Le risorse messe a disposizione dallo Stato per il cofinanziamento dei programmi ammontano a circa 10 milioni di euro. Considerando anche le risorse che verranno allocate dalle Regioni, saranno disponibili 20 milioni di euro a copertura del 50% dei costi che le PMI sosterranno per la realizzazione delle diagnosi energetiche o per l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Le risorse stanziate sono cosí ripartite:

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti