Sulla Gazzetta Ufficiale n. 249 del 26/10/2015 è stato pubblicato il bando per la riqualificazione delle periferie degradate, che include, tra i diversi interventi, anche “interventi finalizzati alla riqualificazione, potenziamento e adeguamento di beni pubblici o privati rivolti a garantire la sicurezza e salubrità dell’abitare, il risparmio energetico, la mobilità alternativa, il ciclo virtuoso dei rifiuti, la sostenibilità ambientale complessiva degli interventi” (vedi punto f dell’allegato).

I Comuni o una aggregazioni temporanee di Comuni confinanti potranno presentare un singolo progetto. La disponibilità finanziaria è di 194.138.500 euro (suddivisa in 3 anni: 44.138.500 euro per il 2015 e 75.000.000 sia per il 2016 che per il 2017).

I progetti devono essere diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, alla riqualificazione ambientale e al miglioramento della qualità del decoro urbano, ma non devono portare al consumo del suolo. Per ciascun progetto il finanziamento a carico del Fondo non potrà essere inferiore a 100mila euro e non potrà superare l’importo massimo di 2 milioni di euro.

Le domande, con il progetto, vanno presentate entro il 30 novembre 2015.