Kyoto 2013-2020, ecco le nuove norme tecniche

  • 15 Ottobre 2015

Pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale europea il documento che modifica il regolamento sull'attuazione tecnica del protocollo di Kyoto per tenere conto del cosiddetto emendamento di Doha.

ADV
image_pdfimage_print

Pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale europea il regolamento delegato 2015/1844 del 13 luglio 2015, che modifica il regolamento 389/2013 sull’attuazione tecnica del protocollo di Kyoto al fine di tenere conto del cosiddetto “emendamento di Doha” che istituisce un secondo periodo di impegno del protocollo dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2020.

È opportuno, premette il regolamento, che l’attuazione tecnica dell’emendamento di Doha avvenga nel quadro del registro dell’Unione e dei registri nazionali e che venga garantita la coerenza con la direttiva 2003/87/CE e la decisione n. 406/2009/CE, nonché con i requisiti concordati a livello internazionale in materia di trasparenza e accuratezza della contabilizzazione di Aau, Rmu, Eru, Cer, tCer e lcer da parte della Ue e degli Stati membri.

In particolare, il provvedimento aggiunge sei articoli al regolamento 389/2013, relativi a “rilascio e deposito di Aau”, “trasferimento e uso di unità”, “cancellazione di unità”, “ritiro di unità”, “riporto nel registro dell’Unione” e “procedure di compensazione”.

Il regolamento delegato 2015/1844 (pdf)

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti