Consorzio Ecogas: “Con GPL e metano per auto il risparmio va dal 46 al 58%”

  • 24 Settembre 2015

CATEGORIE:

Gli ultimi dati diffusi dal Centro Studi del Consorzio Ecogas sottolineano il risparmio che deriva dall'utilizzo di GPL e metano rispetto ai carburanti per auto tradizionali.

ADV
image_pdfimage_print

L’utilizzo di GPL e metano risulta sempre più conveniente rispetto ai carburanti tradizionali. Il GPL consente un risparmio del 57% rispetto alla benzina e del 46% rispetto al gasolio, mentre con il metano si ottiene un risparmio del 58% rispetto alla benzina e del 47% rispetto al gasolio. È quanto emerge dai dati diffusi dal Centro Studi del Consorzio Ecogas, l’organismo associativo che promuove la diffusione di GPL e metano per auto e ne riunisce gli operatori.

Secondo i dati del Consorzio se per percorrere 100 km si spendono 16 € con un’auto a benzina e 12,5 € con un veicolo a gasolio, per percorrere lo stesso tratto si spenderebbero 6,7 € con il GPL e 6,6 € con il metano.

Il calcolo è stato effettuato utilizzando i prezzi medi (servito) riferiti al 22 settembre e considerando un’auto che percorre (a benzina) 10 km con un litro di carburante, per una percorrenza annua di 20.000 km (vedi tabella).

Rielaborazione Centro Studi Consorzio Ecogas – Ecomobile su dati Ministero Sviluppo Economico/Staffetta Quotidiana

Date le diverse unità di misura e caratteristiche chimico-fisiche dei carburanti, sono stati applicati dei correttivi. Per il GPL si è tenuto conto di un consumo maggiorato del 15% rispetto alla benzina. Per il gasolio, è stata considerata una percorrenza chilometrica maggiore del 15% con un litro di gasolio rispetto allo stesso modello alimentato a benzina. Per il metano il calcolo è stato fatto considerando che 1 kg di metano è pari a circa 1,5 litri di benzina (in pratica che con 1 kg di metano un’auto percorre lo stesso chilometraggio che farebbe con 1,5 litri di benzina), essendo diverso il peso specifico e vendendosi il metano a kg e non a litri.

La sempre più evidente convenienza economica di GPL e metano sta continuando a stimolare la diffusione, già particolarmente rapida, di questo tipo di alimentazione per le automobili. Pochi mesi fa, infatti, proprio un’elaborazione dello stesso centro studi di Ecogas su dati Aci sottolineava come il numero di veicoli a metano e GPL stesse aumentando rapidamente in Italia.

Negli ultimi 10 anni, segnala Ecogas, le vetture alimentate a gas nel nostro Paese sono aumentate del 117,52%. Il picco è arrivato tra il 2005 e il 2010 grazie alle iniziative di incentivazione alla trasformazione e all’acquisto.

Sulla scia della spinta incentivante il parco auto a GPL e metano è continuato a crescere e – secondo i dati aggiornati al 31 dicembre 2014 – su 37.080.753 autovetture presenti in Italia, 2.042.120 usano il Gpl e 833.668 il metano (tra auto di primo impianto e trasformate in “after market“), arrivando a un totale pari al 7,76% sul parco circolante, rispetto al 7,35% del 2013 (+0,41%). Per quanto riguarda i distributori, invece, si contano 1.050 punti stradali per il metano e 3.650 per il Gpl.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti