Mutui a tasso zero per efficienza energetica e rinnovabili nei campi sportivi

  • 15 Giugno 2015

L’Istituto per il Credito Sportivo concede mutui senza interessi per la messa in sicurezza e l'installazione di impianti alimentati da energie rinnovabili nei centri sportivi comunali con campi da calcio a undici. Domande entro il 30 giugno.

ADV
image_pdfimage_print

L’Istituto per il Credito Sportivo (I.C.S.), la Lega Nazionale Dilettanti (L.N.D.) e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (A.N.C.I.) hanno firmato un protocollo di intesa che prevede lo stanziamento di contributi a fondo perduto a favore delle Società e Associazioni Sportive aderenti alla Lega Nazionale Dilettanti (LND) per la realizzazione di progetti che prevedano la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico attraverso l’utilizzo delle energie rinnovabili in centri sportivi con campi da calcio a undici, volti alla riduzione dei costi gestionali sull’impiantistica di base di proprietà comunale.

Secondo quanto previsto dal Protocollo, l’I.C.S. concederà mutui ai Comuni proprietari degli impianti sportivi concessi in uso a società e associazioni sportive per un importo complessivo di 6 milioni di euro. L’importo massimo dei progetti sui quali vengono concesse facilitazioni è di 100.000 €.

Gli interessi sui mutui sono totalmente abbattuti da contributi concessi dall’Istituto stesso.

Sono ammessi alle agevolazioni i progetti di efficientamento energetico e messa in sicurezza di impianti sportivi comunali nei quali è presente almeno un campo da calcio a undici, provvisto di manto in erba sintetica omologato dalla LND.

In particolare sono ammesse:

  • Le spese tecniche per la realizzazione del progetto in misura non superiore al 10% dell’importo complessivo del progetto
  • Le spese per la realizzazione del progetto (materiali, mano d’opera, ecc.).

Le domande, grazie a una proroga stabilita dall’Istituto per il Credito Sportivo (I.C.S.), possono essere inviate entro le ore 24 del 30 giugno 2015 all’indirizzo di posta elettronica certificata: [email protected].

Per informazioni sulla documentazione da trasmettere e sulla procedura di assegnazione delle facilitazioni si rimanda al protocollo d’intesa (pdf, pagine da 5 a 10).

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti