Scrivi

Schermature solari e detrazioni fiscali, la guida ENEA aggiornata

La versione aggiornata del vademecum per beneficiare dell'ecobonus del 65% sulle schermature solari, comprensivo delle novità introdotte dalla legge di Stabilità 2015 e del parere tecnico dell'Agenzia. Lunedì 25 maggio sarà pubblicato lo Speciale Tecnico di Qualenergia.it

ADV
image_pdfimage_print

Arrivano le istruzioni per beneficiare degli ecobonus anche per schermature solari e caldaie a biomassa. A queste novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, l’ENEA ha dedicato due specifiche guide, che costituiscono il parere tecnico dell’Agenzia su questi interventi agevolati di riqualificazione energetica.

In allegato in basso quella sulle schermature solari, dispositivi ai quali QualEnergia.it dedica uno Speciale Tecnico dal titolo “Le schermature solari: tipologie e criteri di funzionamento“, in uscita lunedì 25 maggio, curato dal Prof. Massimiliano Nastri del Politecnico di Milano.

In particolare ENEA chiarisce che le schermature solari devono essere collocate a protezione di una superficie vetrata (rispetto alla quale possono essere applicate all’interno, all’esterno o integrate) e devono essere regolabili a seconda della stagione e delle condizioni meteorologiche. Le schermature devono avere inoltre una loro funzionalità “tecnica”, non possono essere liberamente montabili e smontabili dall’utente e devono avere la marcatura CE.

Per le chiusure oscuranti, come persiane, veneziane e tapparelle, vengono considerati validi tutti gli orientamenti, mentre per le schermature non in combinazione con vetrate, ad esempio le tende esterne, vengono escluse quelle posizionate su pareti esposte a nord.

Il valore massimo della detrazione per queste tipologie di interventi è di 60mila euro (da suddividere in 10 rate annuali di pari importo), che corrisponde a un ammontare complessivo di circa 92.300 euro delle spese sostenute per unità immobiliare.

Per usufruire delle detrazioni fiscali del 65%, le spese per i lavori devono essere sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015. Salvo ulteriori proroghe, dal 2016 l’aliquota passerà al 36%.

Altre informazioni sugli ecobonus sono disponibili sul sito ENEA e sul portale “finanziaria 2015” , online dal mese di aprile e sul quale i cittadini e le imprese devono inviare la documentazione tecnica necessaria per accedere agli incentivi del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica terminati nel 2015. L’invio deve avvenire entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori.

ADV
×