Efficienza in edilizia. Silvestrini: “Il governo fissi obiettivi più ambiziosi”

  • 1 Ottobre 2014

Il Coordinamento delle Associazioni FREE chiede al Governo di portare l'obiettivo annuo di efficientamento del parco edilizio dall'1 al 2% all'anno e che appoggi il target del 40% di efficienza energetica in Europa al 2030”. Il comunicato.

ADV
image_pdfimage_print

“Sul tema dell’efficientamento energetico degli edifici abbiamo bisogno di un salto di qualità: ad oggi le detrazioni hanno funzionato per lo più su singoli appartamenti. Dobbiamo puntare a interventi che riguardino interi edifici e interi quartieri”. Lo ha dichiarato Gianni Silvestrini, Presidente del Coordinamento Free, Fonti rinnovabili ed efficienza energetica, durante il convegno “Efficienza energetica: come ripartire dopo il recepimento delle Direttive“, tenutosi questa mattina presso la sede del GSE.

Perché questo salto di qualità si compia – spiega Silvestrini – abbiamo bisogno di strumenti di finanza innovativa (in questo il Dlg 102/14 è un buon punto di partenza). È inoltre necessario che l’industria si organizzi in filiera, così da essere in grado di raccogliere la sfida di interi quartieri ad alta efficienza energetica e infine – conclude il Presidente FREE – che il Governo fissi obiettivi ambiziosi.

“La roadmap di riqualificazione del parco edilizio doveva essere delineata entro il 30 marzo – commenta Silvestrini – non solo non l’abbiamo vista, ma le Associazioni non sono state coinvolte nella sua definizione. Chiediamo al Governo un atto di coraggio: porti l’obiettivo di efficientamento del parco edilizio dall’1 al 2% annuo e appoggi l’obiettivo del 40% di efficienza energetica in europa al 2030”.

“L’Italia durante il semestre di Presidenza dell’Unione Europea – aggiunge Livio de Santoli, responsabile per l’efficienza energetica di FREE e presidente di Aicarr – deve spingere affinché l’obiettivo per l’efficientamento energetico degli edifici abbia anche un riferimento di penetrazione del 50% di miglioramento negli interventi di riqualificazione energetica. È un obiettivo alla nostra portata e dobbiamo imporlo, mentre a livello nazionale dobbiamo dotarci di un testo unico sull’efficienza energetica in edilizia”, conclude Santoli.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti