ISPRA: l’ascensore consuma troppo, usate le scale

  • 9 Aprile 2014

CATEGORIE:

Salire e scendere le scale, oltre ad essere uno strumento a costo zero per la riduzione dei consumi elettrici, rappresenta una buona prassi anche a livello sanitario, perché previene malattie cardio-vascolari, aiuta a bruciare calorie e riduce la sedentarietà. Martedì 15 aprile sarà lanciata in ISPRA la campagna “+SCALE –ASCENSORE, lascia la tua impronta sostenibile”.

ADV
image_pdfimage_print

Un ascensore in stand-by assorbe in media circa 2 kW, comportando un consumo annuo di circa 10.000 kWh; già nel 2009, gli ascensori installati in Europa superavano i 4 milioni e mezzo, con un consumo pari a 18,4 TWh, dei quali 10,9 TWh imputati al settore terziario (dati ENEA). Salire e scendere le scale, oltre ad essere uno strumento a costo zero per la riduzione dei consumi elettrici, rappresenta una buona prassi anche a livello sanitario, perché previene malattie cardio-vascolari, aiuta a bruciare calorie e riduce la sedentarietà.

In Italia, secondo la ASL di Milano, anche durante il tempo libero, in media 1 uomo su 3 e 1 donna su 2 non svolgono attività fisica; una persona di 70 kg che sale le scale, consuma più di 10 calorie al minuto, molto di più rispetto ad una semplice camminata. Per sensibilizzare i dipendenti su questa tematica, martedì 15 aprile sarà lanciata in ISPRA la campagna “+ SCALE – ASCENSORE, lascia la tua impronta sostenibile”, nell’ambito dell’iniziativa I martedì dell’efficienza energetica dedicati ad attività di promozione e divulgazione in materia di risparmio ed efficienza energetica.

Nello specifico dal 5 al 30 maggio, i dipendenti dovranno adeguarsi ad una nuova abitudine che vedrà un maggior utilizzo delle scale per gli spostamenti verticali interni e un disincentivo all’uso dell’ascensore in quanto elemento di trasporto verticale che consuma molta energia.

È previsto un monitoraggio dei consumi energetici degli ascensori, che è stato già realizzato durante queste settimane e successivamente un secondo monitoraggio relativo all’installazione di un sistema di energy saving, per il recupero dell’energia cinetica dell’ascensore.

Iniziative simili sono state già avviate da alcuni anni in altri Paesi europei con ottimi esiti e presso la sede di Roma dell’ENEA lo scorso anno. Sarà infatti l’esperienza dell’ENEA che verrà illustrata dai loro tecnici durante la giornata del 15 aprile, dove verranno rappresentati i risultati ottenuti dalla campagna NO LIFT DAYS.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti