Scrivi

L’esempio del Piano energetico della Provincia di Trento

E' stato da poco approvato il Piano energetico-ambientale della Provincia Autonoma di Trento, un documento molto ambizioso che punta a coprire con le rinnovabili anche oltre il 40% di tutti i consumi energetici finali al 2020. L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia, a Ecoradio.

ADV
image_pdfimage_print

Ascolta audio (mp3 – durata 3’20’’)

Ai primi di maggio è stato approvato il Piano energetico-ambientale della Provincia Autonoma di Trento, uno degli adempimenti previsti per tutte le Regioni italiane ai sensi del decreto sul burden sharing che definisce le quote regionali al 2020 per le fonti rinnovabili.

Si tratta un documento molto ambizioso e con anche un piano di monitoraggio per valutare l’effettiva evoluzione dei consumi e della produzione di energia. Uno scenario alla tedesca, molto avanzato (-50% di riduzione delle emissioni al 2030 e del 90% al 2050) e con un forte incremento di tutte le rinnovabili. Uno scenario punta a coprire con le fonti pulite anche oltre il 40% di tutti i consumi energetici finali al 2020.

Un esempio da replicare da parte di altre Regioni per quella spinta dal basso che serve per cambiare il modello energetico del paese.

L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia, a Ecoradio.

ADV
×