Scrivi

Epia, maggiore sostegno alle rinnovabili e più integrazione nella rete

  • 18 Marzo 2013

I membri dell'Epia hanno approvato un documento conclusivo della loro assemblea in cui si punta sulla necessità di un quadro politico affidabile dei regimi nazionali di sostegno per il fotovoltaico e le energie rinnovabili che porti il settore a una competitività a lungo termine

ADV
image_pdfimage_print

Le più grandi aziende del fotovoltaico si sono riunite a Bruxelles per l’assemblea annuale della European Photovoltaic Industry Association (Epia) indicando quali sono, a loro giudizio, le priorità del comparto per i prossimi anni.

Ai primi posti gli imprenditori mettono la richiesta di un maggiore sostegno politico alle energie rinnovabili e la corretta integrazione del solare nella rete elettrica. I membri dell’Epia hanno approvato un documento conclusivo della loro assemblea in cui si punta sulla necessità di un quadro politico affidabile dei regimi nazionali di sostegno per il fotovoltaico e le energie rinnovabili che porti il settore a una competitività a lungo termine. Mentre all’Europa si chiede l’avvio di una politica industriale comunitaria e di spingere da Bruxelles l’innovazione e la ricerca per il fotovoltaico.

“Il fotovoltaico si sta avvicinando alla piena competitività con le altre fonti energetiche – ha commentato il presidente Epia, Winfried Hoffmann – Ma nel contesto di una transizione energetica più ampia, il suo sviluppo rimarrà guidato dalle politiche energetiche nei prossimi anni nello stesso modo di tutte le altre tecnologie di produzione elettrica. Il sostegno finanziario, le procedure amministrative e l’integrazione nella rete restano dunque questioni cruciali”.

ADV
×