Si affina il simulatore di investimenti nel fotovoltaico Simulare. Il software realizzato dall’ingegner Alessandro Caffarelli è stato infatti aggiornato alla sua versione 10.0.

E’ possibile scaricarlo gratuitamente seguendo questo link. 

Nei prossimi giorni Qualenergia.it pubblicherà un’inchiesta realizzata in collaborazione con Caffarelli per capire in quali condizioni e con quali costi del kW installato si può realizzare in Italia un impianto fotovoltaico economicamente sostenibile senza incentivi.

Le caratteristiche dell’aggiornamento di Simulare 10 sono le seguenti:
 
a) Introduzione di un tool per la valutazione della storicità del prezzo zonale PZ e del Prezzo Unico Nazionale PUN. Il tool è utile per simulare impianti fotovoltaici in grid parity, in riferimento alla macroregione di collocazione dell’impianto fotovoltaico.
 
Si ricorda che il PZ interviene in regime di ritiro dedicato RID per impianto con potenza nominale maggiore di 1 MW o per iniezione in rete maggiore di 2.000 MWh. Tuttavia si è in attesa di deliberazione AEEG che eliminerà i prezzi minimi garantiti trasformandoli dal primo kWh iniettato in rete, nel PZ.
 
Sempre al fine di simulare in modalità conservativa, data la prevista convergenza del PZ al PUN (e ricercata come obiettivo della SEN – Strategia Energetica Nazionale) si consiglia di simulare impianti FV in modalità zonale pura o ibrida (con autoconsumo parziale) assumendo come valore del PZ direttamente il PUN. Ovviamente per esercizio in autoconsumo puro, il PZ risulta essere un invariante rispetto agli output di redditività.
 
b) Introdotto un panel per il benchmark del LEC. In questo modo si potrà valutare se l’esercizio dell’impianto può considerarsi in grid parity (Condizione di Osservabilità).
 
c) Introdotto un panel per il calcolo della percentuale di autoconsumo rispetto alla producibilità.
 
d) Eliminati alcuni refusi nella formula del VAM del leasing (Valore attuale netto Modificato).