Conergy Italia: accumuliamo la nostra energia solare, ci converrà sempre di più

Giuseppe Sofia, Amministratore delegato Conergy Italia, spiega la convenienze di aumentare la quota di autoconsumo da fotovoltaico e propone un suo sistema di stoccaggio intelligente che offre la possibilità di utilizzare l’energia solare prodotta dall'impianto in qualsiasi momento della giornata.

ADV
image_pdfimage_print

Con l’aumento del costo dell’energia elettrica e la graduale riduzione delle sovvenzioni, il mercato fotovoltaico sta vivendo un importante cambiamento. Quello che da anni è stata un’opportunità di investimento sta diventando poco alla volta un vero e proprio sistema per la produzione della propria energia.
Fino ad oggi i razionali prevalenti dietro alla decisione di realizzare un impianto fotovoltaico sono stati di tipo finanziario: il fotovoltaico è stato uno strumento ad alto rendimento economico, reso possibile attraverso le tariffe incentivanti fissate dal Conto Energia.

I criteri di scelta dei consumatori stanno ampliandosi verso nuovi approcci. Le nuove parole chiave del fotovoltaico sono “indipendenza” e “risparmio in bolletta”, parole che svelano il fotovoltaico come una soluzione sostenibile e lungimirante per rispondere agli aumenti dei prezzi dell’energia e come scelta consapevole e amica dell’ambiente.

Nel corso degli ultimi 10 anni i prezzi dell’elettricità sono aumentati in media del 4% all’anno, per questo sta diventando sempre più utile produrre la propria energia per autoconsumarla invece di immetterla in rete. Questo perché la grande diminuzione dei costi iniziali per gli impianti fotovoltaici e il continuo aumento dei prezzi dell’energia hanno portato l’energia della rete ad essere più costosa rispetto a quella auto-generata dal proprio impianto fotovoltaico. La tariffa elettrica delle famiglie può arrivare oggi a 0,25 €/kWh, a fronte di un costo effettivo di circa 0,15 €/kWh di energia prodotta dal sole.

Giuseppe Sofia, Amministratore Delegato di Conergy Italia, commenta il perché dovremmo orientarci sempre più consapevolmente verso il consumo diretto della nostra energia, attraverso i nuovi sistemi di accumulo: “I prezzi del fotovoltaico sono scesi davvero molto in questi ultimi due anni; fare un impianto oggi costa meno di metà rispetto a due anni fa. Con il calo delle tariffe e i recenti cambi normativi il mercato cambierà sicuramente. Per sfruttare al massimo l’energia prodotta si vedrà una sempre maggiore personalizzazione della configurazione dell’impianto fotovoltaico che attraverso consulenti esperti si dovrà adattare al consumo e al profilo del cliente. Per ottenere il massimo rendimento da un impianto su tetto oggi esistono nuove tecnologie. Dai sistemi di Gestione dell’Energia Domestica (HEMS) agli elettrodomestici intelligenti e ai sistemi di accumulo dell’energia solare; grazie a questi strumenti si arriverà a produrre circa il 70% della domanda media annua di energia elettrica delle famiglie per raggiungere punte di autoconsumo del 100% nelle giornate di sole estive”.

Anche Conergy propone un suo sistema di stoccaggio, un accumulatore intelligente che offre la possibilità di utilizzare l’energia solare prodotta dal nostro impianto fotovoltaico in qualsiasi momento della giornata.

“Accumulare la produzione di energia solare è mio avviso – ha detto Sofia – un atto di rispetto verso l’ambiente ed oggi è possibile grazie a sistemi sempre più sofisticati ed economicamente accessibili. Insomma un metodo di autoconsumo 2.0 che di sicuro giocherà un ruolo importante nel mercato energetico del futuro“.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti