Avanti tutta con i sistemi di accumulo. A Rimini il convegno di ANIE-GIFI

  • 9 Novembre 2012

ANIE Energia tifa per i sistemi di accumulo. La SEN è una grande opportunità per agganciare un importante ciclo di sviluppo. ll convegno organizzato da ANIE Energia in collaborazione con GIFI e svoltosi a Rimini oggi in occasione della manifestazione Ecomondo-Keyenergy.

ADV
image_pdfimage_print

“Avanti tutta con i sistemi di accumulo”. A lanciare la proposta a tutti gli stakeholder è stato Nicola Cosciani, il responsabile del Gruppo ‘sistemi di accumulo’ della Federazione ANIE, durante il convegno organizzato da ANIE Energia in collaborazione con GIFI e svoltosi a Rimini il 9 novembre in occasione della manifestazione Ecomondo-Keyenergy.

“Siamo a un punto di svolta molto importante per il rilancio dell’economia nazionale – dichiara Nicola Cosciani -. L’ammodernamento delle reti elettriche, la generazione distribuita, la mobilità elettrica e i sistemi di accumulo sono la sfida tecnologica alla base della prossima rivoluzione industriale. Il tessuto industriale italiano è pronto a essere protagonista di questo cambio di paradigma con tecnologie innovative di primo livello”.

Durante il convegno, ENEL Distribuzione e Terna Plus hanno presentato i loro progetti in essere e quelli futuri nel campo dell’accumulo elettrico sia a livello di trasmissione che di distribuzione e dispacciamento. Il rappresentante di RSE ha invece fornito un’esaustiva panoramica sui costi e benefici delle diverse tecnologie e applicazioni dei sistemi di accumulo.

“I sistemi di accumulo – dichiara Valerio Natalizia, Vice Presidente ANIE-Energia e Presidente GIFI – contribuiscono all’efficientamento del sistema elettrico nella sua interezza a partire dalle reti di trasmissione e distribuzione e dagli impianti di produzione a fonti rinnovabili non programmabili,  fino ad arrivare alle applicazioni presso le utenze finali, sia in ambito industriale che residenziale”.

“In questo momento – continua Natalizia – abbiamo bisogno di un approccio lungimirante a livello legislativo e regolatorio. La bozza di consultazione della SEN indica gli obiettivi e le linee strategiche; è necessario che le misure attuative dedichino una particolare attenzione alle reti elettriche, alle rinnovabili e ai sistemi di accumulo”.

“A nostro avviso – ha concluso Cosciani – affiancare norme e regole chiare a un adeguato supporto ai programmi di ricerca è imprescindibile al fine di sviluppare tecnologie promettenti, creare competenze sul territorio nazionale e benefici per tutto il Sistema Paese”.

Quello degli accumuli è senz’altro un mercato promettente e in forte crescita anche in un’ottica di export. Le aziende presenti al convegno hanno parlato di riduzioni dei costi del 50-60% entro il 2020.

In allegato le presentazioni del convegno, moderato da Leonardo Berlen di Qualenergia.it:

(da comunicato Anie)

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti