Scrivi

Fukushima, cesio radioattivo nei pesci da 5 a 13 volte superiore al consentito

  • 23 Settembre 2012

Sono stati rilevati eccessivi livelli di cesio radioattivo in nove tipi di pesce catturati tra il 20 agosto e il 5 settembre in mare all'interno di un raggio di 20 chilometri della centrale nucleare danneggiata di Fukushima Daiichi.

ADV
image_pdfimage_print

Sono stati rilevati eccessivi livelli di cesio radioattivo in nove tipi di pesce catturati tra il 20 agosto e il 5 settembre in mare all’interno di un raggio di 20 chilometri della centrale nucleare danneggiata di Fukushima Daiichi. La comunicazione è della Tokyo Electric Power Company (Tepco), l’utility che sta gestendo la messa in sicurezza della sua centrale nucleare colpita dallo tsunami dell’11 marzo 2011.

L’agenzia di stampa Kyodo News riporta alcuni dati allarmanti: cesio in misura di 1.350 becquerel per chilogrammo è stato trovato, il 5 settembre, nei greenling (una varietà utilizzata nella cucina giapponese) pescati a un chilometro al largo della costa di Minamisoma, nella prefettura di Fukushima. Il livello di cesio era di gran lunga superiore a quello dei 100 becquerel ritenuti dal Governo giapponese sicuri per il consumo. La Tepco ha anche detto che 540 becquerel e 390 becquerel di cesio radioattivo per chilo sono stati rilevati rispettivamente nel pesce di scoglio e nelle razze pescati nelle acque al largo di Fukushima.

Già il 27 agosto la prefettura nord-orientale di Aomori aveva ordinato, per la prima volta dopo il disastro nucleare di Fukushima Daiichi, la sospensione del commercio di merluzzo del Pacifico pescato ad Hachinohea a causa dell’eccessiva contaminazione da cesio.

ADV
×