In sei mesi il fotovoltaico produce come in tutto il 2011

Secondo i dati Terna, nei primi sei mesi 2012 la produzione di elettricità da fotovoltaico in Italia è identica a quella di tutto il 2011, cioè pari a 9,2 TWh: il 6,6% della produzione e il 5,7% della richiesta. L’eolico cresce nella produzione del 42% rispetto al primo semestre 2011. A giugno il FV produce quasi il triplo di giugno 2011.

ADV
image_pdfimage_print

Dall’inizio del 2012 a fine giugno 2012 la produzione di elettricità da fotovoltaico in Italia è stata esattamente identica a quella di tutto il 20119,2 TWh, cioè 6,6% della produzione dei primi sei mesi che ammonta a 140,2 TWh. Rispetto alla domanda elettrica, che è stata di 160,8 TWh, il fotovoltaico copre il 5,7% (dati Terna al 30/6/2012 – Rapporto mensile sul sistema elettrico – giugno 2012).

La produzione di energia fotovoltaica nel mese di giugno 2012 (2,05 TWh) è stata pressoché simile a quella del mese precedente e quasi il triplo di quella di giugno 2011 (vedi tabella).

Nel mese di giugno 2012 l’energia elettrica richiesta ha raggiunto i 27.324 GWh, in diminuzione dello 0,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In aumento le sole fonti di produzione eolica (+7,7%) e, come detto, fotovoltaica (+183,4%). Il saldo di energia con l’estero fa segnare una diminuzione del 2,5%. In calo del 15,6% la produzione idroelettrica rispetto al giugno dello scorso anno. Ugualmente decresce, ma solo del 3%, la produzione termoelettrica nazionale.

Nei primi 6 mesi dell’anno il valore cumulato della produzione netta (140.262 GWh) risulta in diminuzione del 2,5% rispetto allo stesso periodo del 2011. Il saldo estero permane negativo (-3,6%). Complessivamente il valore della richiesta di energia elettrica (160.839 GWh) fa segnare una diminuzione del 2,8% rispetto al 2011 (in  termini decalendarizzati la variazione è pari a -3,3%.).

Sempre nei primi 6 mesi l’eolico è cresciuto nella produzione del 42% rispetto al primo semestre 2011. La produzione di elettricità solare è invece cresciuta, sempre sul semestre, del 244%.

Nel giorno  di punta del mese di giugno (21/6) la copertura del fabbisogno in potenza alle ore 12 è stata soddisfatta per il 18,2% da fotovoltaico per la gran parte e poi da eolico e geotermoelettrico.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti