Rinnovabili in crescita, fonti fossili in affanno

  • 19 Giugno 2012

La continua crescita del fotovoltaico incide sul mondo governato dalle fonti fossili attualmente in crisi. Quali strade percorrere nello scenario energetico che si sta delineando? Quale futuro per l’Italia che è alle prese con la definizione dei nuovi incentivi che accompagneranno il settore nei prossimi anni? Silvestrini a Ecoradio.

ADV
image_pdfimage_print

Ascolta audio (mp3 – durata 2’40’’)

La continua crescita del fotovoltaico, insieme alla recessione, incide sul mondo governato dalle fonti fossili attualmente in crisi.
Due centrali termoelettriche a ciclo combinato, infatti, rischiano la chiusura (leggi anche Rinnovabili contro fossili, prime vittime nel termoelettrico? su QualEnergia.it).

I dati parlano chiaro: le rinnovabili sono cresciute del 50% negli ultimi quattro anni e il fotovoltaico, lo scorso maggio, ha coperto il 9% di tutta la produzione elettrica nazionale.

Cosa fare nell’attuale scenario energetico che si sta delineando? Quale futuro per l’Italia che è alle prese con la definizione dei nuovi incentivi che accompagneranno il settore nei prossimi anni?
Le rinnovabili si avviano, per alcune tecnologie, verso la grid parity: dovranno giocare un ruolo da protagonista nello scenario energetico nazionale.

L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia, a Ecoradio.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti