Ascolta audio (mp3 – durata 2’40’’)

La continua crescita del fotovoltaico, insieme alla recessione, incide sul mondo governato dalle fonti fossili attualmente in crisi.
Due centrali termoelettriche a ciclo combinato, infatti, rischiano la chiusura (leggi anche Rinnovabili contro fossili, prime vittime nel termoelettrico? su QualEnergia.it).

I dati parlano chiaro: le rinnovabili sono cresciute del 50% negli ultimi quattro anni e il fotovoltaico, lo scorso maggio, ha coperto il 9% di tutta la produzione elettrica nazionale.

Cosa fare nell’attuale scenario energetico che si sta delineando? Quale futuro per l’Italia che è alle prese con la definizione dei nuovi incentivi che accompagneranno il settore nei prossimi anni?
Le rinnovabili si avviano, per alcune tecnologie, verso la grid parity: dovranno giocare un ruolo da protagonista nello scenario energetico nazionale.

L’opinione di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia, a Ecoradio.