I tanti benefici del fotovoltaico secondo Gifi

  • 13 Aprile 2012

Una produzione pari al 6,4% della domanda elettrica, 400 milioni fatti risparmiare nel 2011 grazie al peak shaving, 40 miliardi di investimenti nel 2011 e oltre 100 mila occupati. Le presentazioni in cui Anie-Gifi sintetizzano i principali dati sui benefici del fotovoltaico per l'Italia.

ADV
image_pdfimage_print

“I benefici del fotovoltaico sono sotto gli occhi di tutti. Nel mese di marzo il 6,4% della domanda elettrica è stata soddisfatta dal fotovoltaico (si veda Qualenergia.it, Fossili e rinnovabili, fotografie dallo scontro, ndr). Con 23 GWp (come stabilito dal 4° Conto Energia) questa quota supererebbe il 10% contribuendo parallelamente a calmierare il prezzo dell’elettricità nelle ore di picco per effetto peak shaving. Si calcola che nel solo 2011 questo fenomeno abbia permesso di risparmiare 400 milioni di euro. Con oltre 18.000 addetti diretti (100.000 considerando anche l’indotto) e, tra le altre, il 16% della produzione mondiale di inverter, l’industria fotovoltaica italiana ha generato investimenti privati di circa 40 miliardi di euro nel 2011. A fronte dei 140 miliardi di euro di incentivi nell’arco di venti anni, le casse dello Stato beneficieranno di un corrispettivo fiscale di circa 20 miliardi di euro.”

Sono questi alcuni dei dati snocciolati ieri da Valerio Natalizia presidente di Anie-Gifi alla conferenza stampa sul quinto conto energia.

Alleghiamo le due presentazioni in cui sono sintetizzati. Nella prima i dati fanno da supporto alle proposte di modifica del quinto conto energia dell’associazione, la seconda è una monografia sui benefici che il fotovoltaico sta portando al sistema-Paese secondo Gifi.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti