Il volume dei rifiuti stoccati in centrale, a Trino Vercellese, a fine 2010 “era di 1.150 metri cubi mentre i volumi massimi da conferire al deposito nazionale dopo le attività di smantellamento saranno di circa 4.200 metri cubi”. Lo stato di avanzamento del decommissioning è attualmente valutato dalla Sogin pari al 14% e l’anno 2024 è stimato quale data presumibile di rilascio del sito senza vincoli di natura radiologica”. Lo spiega il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, nel corso del Question time.

I costi di mantenimento della centrale, invece, “sono stimati sempre da Sogin in circa 4,5 milioni di euro l’anno“, ha detto Clini.