Scrivi

Fotovoltaico e burocrazia, lo studio PV Legal

La burocrazia è uno dei freni principali allo sviluppo del fotovoltaico, uno studio di PV Legal fa il punto di quel che non va nei vari paesi europei e propone delle soluzioni. All'Italia dedicata una pubblicazione a parte.

ADV
image_pdfimage_print

“Il settore fotovoltaico è stato protagonista negli ultimi anni di una crescita senza precedenti, ma una burocrazia ancora troppo pesante continua a rendere difficile un pieno sfruttamento della fonte solare nella produzione di energia elettrica”.


E’ la denuncia lanciata ieri nel corso della conferenza EU PVSEC di Amburgo dal gruppo europeo PV Legal, che ha presentato un rapporto con una serie di raccomandazioni finalizzate a “ridurre le barriere amministrative disseminate lungo il percorso autorizzativo, costruttivo e di allaccio alla rete degli impianti fotovoltaici e favorire lo sviluppo di quella fonte”.


Tra le principali barriere al fotovoltaico identificate dal rapporto, “PV Legal Key Recommendations” (vedi allegato) figurano procedure autorizzative, regole e standard tecnici per la connessione alla rete, procedure di connessione alla rete e problematiche inerenti alla capacità di rete.
Per ciascuna barriera, il rapporto propone soluzioni: creare procedure autorizzative snelle e semplici oltre che integrate, definire tempistiche e deadline precise e linee guida chiare per le autorità di pianificazione, coinvolgere gli organismi incaricati della definizione degli standard tecnici, rendere questi ultimi obbligatori come anche le regole di connessione, ottimizzare le procedure di connessione alla rete e definire sanzioni per il non rispetto delle scadenze.


Inoltre, si spiega, occorre affrontare seriamente le problematiche di capacità della rete, valutando i costi e i benefici e i potenziali interventi di estensione e sviluppo delle reti e tenendo in considerazione le peculiarità e i potenziali delle fonti rinnovabili e della generazione distribuita.


Interessante poi il rapporto di PV Legal dedicato all’Italia (secondo allegato) e realizzato in collaborazione con Assosolare.

ADV
×