Conto energia, GIFI: bene obiettivo a 23 GW ma si faccia in fretta

  • 22 Aprile 2011

Il Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane di Confindustria ANIE apprezza l'innalzamento dell'obiettivo da 8 a 23 GW al 2016, ma chiede di risolvere urgentemente alcuni punti per garantire la piena competitività del sistema economico-produttivo nazionale. No ad un possibile slittamento a maggio del decreto.

ADV
image_pdfimage_print

Il GIFI si esprime in un comunicato sulla bozza del quarto conto energia presentata alle Regioni mercoledì.


“L’innalzamento della potenza incentivabile da 8.000 MW a 23.000 MW è sicuramente uno degli elementi più positivi della bozza di decreto, che però risulta essere contornato da alcune criticità che rischiano di inficiare gli sforzi finora fatti da tutte le parti coinvolte. “


“E’ importante fare presto – interviene Valerio Natalizia Presidente di ANIE/GIFI. Ogni giorno che passa le aziende del settore sono sempre più in difficoltà. Il possibile slittamento del decreto al mese di maggio danneggerebbe ulteriormente un’industria già in difficoltà.”

ADV
×