Siliken inizia la produzione di silicio

CATEGORIE:

Siliken Chemicals, filiale di Siliken, ha iniziato la produzione continua di silicio purificato negli impianti dello stabilimento pilota di Casas Ibañez (Albacete). lo stabilimento sarà operativo nel primo trimestre del 2011.

ADV
image_pdfimage_print

Siliken Chemicals, filiale di Siliken, l’azienda spagnola specializzata in energia rinnovabile, ha iniziato la produzione continua di silicio purificato negli impianti dello stabilimento pilota di Casas Ibañez (Albacete), immagazzinando le prime quantità di materiale. La messa in funzione della parte finale del processo di generazione, con tecnologia proprietaria, del reattore a letto fluido (FBR), è stata possibile dopo un processo intensivo e complesso di ricerca durante il quale l’azienda si è avvalsa della collaborazione di vari gruppi tecnologici di esperienza riconosciuta a livello internazionale. Nei prossimi mesi si lavorerà per mettere lo stabilimento in condizioni ottimali per la produzione, allo scopo di averlo pienamente operativo nel primo trimestre del 2011, anno in cui si prevede di raggiungere l’obiettivo della produzione su scala industriale, in base al piano aziendale di Siliken.

Il silicio purificato di grado solare, ottenuto dal silicio metallurgico, è la materia prima di base nel processo di produzione delle celle solari con le quali si fabbricano i moduli fotovoltaici. La domanda del prodotto è cresciuta in maniera significativa negli ultimi anni, grazie all’ascesa del settore, e la sua carenza può generare tensioni sul prezzo nel mercato che si ripercuotono su tutti gli attori interessati, ma che difficilmente possono essere trasferite al cliente nella loro totalità a fronte dell’imperante esigenza di ridurre i costi.

Per Siliken la messa in funzione della propria filiale di produzione del silicio purificato risulta determinante per la sua scommessa sulla riduzione dei costi nella fabbricazione dei pannelli solari e per mantenere la competitività. Carlos Navarro, presidente di Siliken ha dichiarato: “I nostri prodotti sono riconosciuti a livello internazionale fra quelli di maggiore qualità ed efficienza ma nella congiuntura attuale i costi di fabbricazione sono determinanti per mantenere la competitività. Pertanto, disporre di silicio di nostra produzione è fondamentale a livello strategico. Questo fatto, unito alla maggiore capacità di fabbricazione all’esterno e a un deciso impegno per l’automazione, ci consentirà nei prossimi anni di aumentare ulteriormente la nostra presenza internazionale ampliando la quota di mercato, di avere il controllo sui costi del processo industriale e migliorerà i margini pur garantendo la qualità e mantenendo fede all’impegno nei confronti dei clienti.

L’azienda, il cui azionista maggioritario è la famiglia valenziana Serratosa-Luján, ha reso noto che il fatturato del primo semestre è salito a 156,8 milioni di euro, corrispondenti a 75 MW di potenza fra vendita diretta di moduli e costruzione di impianti fotovoltaici, con un incremento del 267% rispetto ai 42 milioni di euro dell’esercizio precedente alla stessa data. Siliken prevede di terminare l’anno con oltre 140 MW venduti (di cui solo il 10% in Spagna) e un fatturato superiore ai 300 milioni di euro.

 

Per informazioni: Siliken

 

13 ottobre 2010

 

 

Vuoi ricevere la Newsletter quindicinale di Qualenergia.it? Iscriviti

 

 

 

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti