È stato approvato ieri da Camera e Senato, il disegno di legge 2266-B che, oltre a disciplinare alcune questioni su tematiche energetiche e connesse alle fonti rinnovabili, conferma la validità degli incentivi fotovoltaici 2010 per gli impianti con fine lavori entro 31 dicembre (Qualenergia, Più tempo disponibile per il conto energia 2010).
I soggetti proprietari dell’impianto dovranno comunicare la fine dei lavori all’amministrazione competente al rilascio dell’autorizzazione, al gestore di rete e al Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) entro il 31 dicembre 2010. Questi impianti per poter usufruire delle tariffe incentivanti relative al 2010 dovranno però entrare in esercizio entro il 30 giugno 2011 (Art. 1-septies).

Il disegno di legge, inoltre, salva le Dia concesse agli impianti a fonti rinnovabili fino a 1 MW nelle Regioni poi bocciate dalla Corte Costituzionale (Qualenergia.it, Puglia e Calabria, rinnovabili e sentenze della Consulta), a patto che entrino in esercizio entro 150 giorni dalla conversione del suddetto Dl (Art. 1-quater – Denunce di inizio attività per la realizzazione di impianti di energia elettrica da fonti rinnovabili).

Relativamente al fotovoltaico con questa disposizione probabilmente assisteremo ad un ulteriore forte incremento degli impianti nel 2010, anche perché saranno inclusi quelli che con la precedente normativa rischiavano di non essere conclusi entro il 15 novembre (scadenza precedentemente prevista per il “lavori semplici”).
Pertanto, nonostante le difficoltà di recuperare moduli e soprattutto inverter, si ritiene che si potrà raddoppiare la potenza installata in Italia rispetto al 2009, portandosi a livelli che quest’anno sfioreranno i 1.500 MW (nel 2009 circa 720 MW) per arrivare a fine anno a circa 2.600 MW complessivi.

Ad oggi (5 agosto) secondo il contatore GSE (che sappiamo però rilevare gli impianti che usufruiranno delle tariffe incentivante registrati solo fino a 40-45 giorni prima), risultano in totale oltre 90.000 impianti incentivati con il conto energia, per una potenza complessiva di circa 1.440 MW.

L’esplosione del mercato fotovoltaico mondiale, in particolare quello tedesco ma non solo, fa prevedere per quest’anno una potenza complessiva installata attorno a 15 GW. Anche in questo caso si avrà un incremento del 100% rispetto al 2009.