Il Comitato di gestione del Fondo di garanzia per le PMI, attivo presso il Ministero dello Sviluppo economico, ha reso effettiva la disponibilità di nuove risorse per complessivi 162 milioni di euro, a favore delle imprese del Mezzogiorno che intendono investire in ricerca, sviluppo, competitività ed energia”. Lo fa sapere in una nota Claudia Bugno, presidente del Comitato di gestione del Fondo, spiegando che si tratta di 100 milioni di euro provenienti dal Programma operativo nazionale (PON) ‘Ricerca e competitività 2007/2013’ e di 62 milioni di euro del Programma operativo interregionale (POI) ‘Energie rinnovabili e risparmio energetico’.

Le risorse saranno gestite e distribuite tramite l’attuazione delle linee guida predisposte dal Ministero dello Sviluppo economico. A beneficiare delle risorse, destinate a garantire nuovi investimenti in linea con i due programmi approvati dalla Commissione europea, saranno – per la ‘riserva PON’ – le piccole e medie imprese con sede operativa in una delle ‘Regioni Convergenza’ (ossia Sicilia, Calabria, Puglia e Campania).
Mentre per la ‘riserva POI’ a beneficiare dei fondi delle piccole imprese che, sempre attive in queste stesse Regioni, mettano in campo investimenti nel settore delle energie rinnovabili, con particolare attenzione alla promozione di uno sviluppo sostenibile del territorio.

La garanzia del Fondo coprirà gli investimenti effettuati, ad esempio, per la realizzazione di impianti a biomassa, e garantirà tutte le aziende che svilupperanno attività di ricerca per la creazione di nuovi macchinari e dispositivi produttivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

La presidente del Comitato di gestione del Fondo, ha detto che: “dopo la revisione dei criteri di accesso alla garanzia il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese raggiunge un altro importante risultato”. Infatti, aggiunge, “rendendo effettiva l’iniezione di nuove risorse si dà ossigeno alle imprese minori sane del Mezzogiorno che scommettono su settori importanti come la ricerca e l’energia pulita, contribuendo al rilancio del sistema produttivo del Sud.