La Mostra Convegno Solarexpo che avrà luogo alla Fiera di Verona Fiere è al suo decimo anniversario (7-9 maggio) e quest’anno aprirà l’edizione 2009 con un giorno di anticipo con una Conferenza internazionale sul fotovoltaico dal titolo “Italian PV Summit” (6-7 maggio).
L’evento si svilupperà su sue 8 sessioni e avrà tra i relatori 50 esperti internazionali e italiani del settore. Un evento specializzato che nasce dalla tradizione del Convegno nazionale sul fotovoltaico che in questi anni è stato l’evento più importante e partecipato della manifestazione Solarexpo.

Italian PV Summit è convegno rivolto alle industrie fotovoltaiche e a tutte le aziende che operano nel settore fotovoltaico. In particolare il taglio è stato definito in modo tale da cogliere l’interesse di project developer, broker e società di consulenza, ma anche di proprietari di terreni e di siti di installazione, real estate, proprietari e gestori di edifici industriali. Molti anche gli interventi dedicati a un target di investitori privati, fondi di investimento, venture capital e private equity, banche corporate e società di leasing.
Nel programma non mancano interventi di interesse per studi legali, società di ingegneria, contractor EPC, compagnie di assicurazione e di riassicurazione e, non ultimi, i contractor O&M.

Ovviamente tra i temi centrali della conferenza ci sarà un’analisi sull’evoluzione dei mercati internazionali e nazionale, sulla crescita di impianti installati su tetti industriali e commerciali e sui parchi solari multi-megawatt realizzati a terra, ma soprattutto un’analisi dei trend di riduzione dei costi industriali di produzione del fotovoltaico e quindi delle prospettive di grid parity, che vedono l’Italia in prima fila tra i paesi che potranno raggiungerla in tempi brevi. Infatti, secondo molti analisti oggi l’Italia, con la California e Giappone, è candidata a raggiungere la grid parity entro il 2012-2014: basterebbe che i costi si riducano del 10% l’anno per i prossimi 4-6 anni. “Questo significherebbe per il fotovoltaico – ha detto Luca Zingale, direttore scientifico di Solarexpo – la fine della fase di incentivazione e l’ingresso nell’età matura con un buon livello di competitività su tutto il mercato energetico. Un salto oltre l’ormai consolidato binomio rinnovabili-sussidi”.

Si discuterà poi di procedure e di iter autorizzativi degli impianti e per l’accesso alla rete, dell’influenza del credit crunch sull’offerta e sulla domanda della tecnologia come delle nuove opportunità di finanziamento costituite dalla green finance.
La due giorni del fotovoltaico di Verona si chiuderanno con una tavola rotonda dedicata al futuro del conto energia in Italia che, come si sa, fissa a 1.200 MW il limite massimo di potenza finanziabile. Con l’attuale tasso di crescita delle installazioni si stima di raggiungere l’obiettivo entro il 2010-2011 anche se a tutela degli investitori il conto energia prevede comunque un periodo di “moratoria” di 14 mesi a partire dal momento in cui si toccherà tale target ed entro il quale gli impianti che entrano in funzione potranno accedere alle tariffe incentivanti.
Ma si parlerà anche del ruolo industriale che il nostro Paese sarà capace di assumere nel settore per non essere solo un mercato per aziende giapponesi, cinesi o tedesche. Oggi il mercato italiano del fotovoltaico vale circa un miliardo di euro, non poco – dice Zingale – se paragonato ai sei miliardi di euro di un settore ‘storico’ come quello delle piastrelle.
Secondo diversi esperti del settore sarà fondamentale mantenere in vigore il conto energia, modulandolo nel tempo, fino al raggiungimento della grid parity, per evitare così il crollo delle installazioni fotovoltaiche, rischiare di ridurre i fondi alla ricerca di settore e le capacità produttive della filiera nazionale.

Per informazioni, programma e iscrizioni: www.italianpvsummit.com

Segreteria organizzativa: Expoenergie srl
tel. 0439/849855  fax 0439/849854
info@solarexpo.com – www.solarexpo.com

Ufficio stampa: tel. 0439/849855   fax 0439/849854  cell. 347 9306784
press@solarexpo.com

16 aprile 2009