La roadmap europea delle rinnovabili

  • 20 Novembre 2008

CATEGORIE:

L'industria europea delle rinnovabili è pronta a raggiungere e a superare l'obiettivo del 20% al 2020. La strada la traccia un documento dell'EREC che stima il contributo di tutte le tecnologie in campo.

ADV
image_pdfimage_print

Il percorso per arrivare all’ambizioso obiettivo europeo del 20% da fonti rinnovabili sui consumi energetici al 2020 non solo è possibile, ma si può ottenere anche con un buon margine. A dirlo è l’EREC, l’European Renewable Energy Council, l’organizzazione ombrello dell’industria europea delle rinnovabili (RES), che ha presentato il documento “Renewable Energy Technology Roadmap 20% by 2020” basato sugli scenari di crescita annuale delle diverse tecnologie (vedi documento in allegato).

L’industria del continente si sente, dunque, pronta a mettere in campo le migliori tecnologie capaci di ottenere il target alla fine del prossimo decennio.
In base al livello di efficienza energetica raggiunto e alla crescita dei consumi totali (aspetti non da poco per centrare al meglio l’obiettivo), l’industria delle rinnovabili elettriche si dice in grado di poter soddisfare tra il 33 e il 40% dei fabbisogni elettrici europei a quella data; il settore delle rinnovabili termiche potrà, invece, coprire il 25% della domanda di calore e quella dei biocombustibili il 10% della domanda di carburanti, così come stabilito nel marzo 2007 dai 27 governi dell’UE. Ricordiamo che l’Italia ha fissato il suo obiettivo al 17% da rinnovabili sui consumi di energia primaria.
In generale si potrà raggiungere il target europeo di contributo da rinnovabili sui consumi finali di energia primaria con una quota che oscillarà tra il 20,9% e il 22,8%: 289 Mtep su un totale di 1.266 Mtep (includendo le politiche europea per l’efficienza energetica) oppure 1.378 Mtep (secondo la crescita tendenziale).

Nel settore della generazione elettrica un ruolo chiave per le rinnovabili lo avrà l’eolico (180 GW al 2020 per 477 TWh/anno prodotti), anche se i suoi tassi di crescita medi si ridurranno nel decennio a venire. Anche il fotovoltaico vedrà ridursi il suo incremento medio annuale, ma la potenza installata prevista al 2020 (150 GW) sarà in grado si produrre fino a 180 TWh. In totale le rinnovabili potrebbe generare 1.370 TWh su un totale oscillante tra 3.391 (RES: 40,4%) o di 4.078 TWh (RES: 33,6%).

Nel settore dei consumi termici, l’energia da biomasse, il solare termico e la geotermia dovranno aumentare i loro apporti rispetto agli anni passati, ma insieme potranno contribuire per 139 Mtep su un fabbisogno totale di 541 Mtep (RES: 25,7%) oppure di 606 Mtep (RES: 22,9%).

Per i biocarburanti il target del 10% sembra essere fattibile anche se più complesso perché legato a possibili effetti dannosi su ambiente e alimentazione. Qui sarà determinante abbassare in modo deciso i consumi totali di benzine e gasolio.

Secondo il segretario generale dell’EREC, Christine Lins, l’industria europea delle rinnovabili che oggi occupa 400mila addetti e ha un giro d’affari annuale di 40 miliardi di euro, potrà arrivare ad occupare al 2020 circa 2 milioni di persone.
Ma per arrivare a questi risultati sarà indispensabile mettere in piedi un quadro legislativo e di strumenti normativi e incentivanti che diano la spinta alle tecnologie e credibilità al target europeo.
Il Presidente di EREC, Arthouros Zervos, a questo proposito considera basilare che la nuova Direttiva Europea sulle Rinnovabili sia approvata quanto prima.

La questione, ormai conclamata, è che andare avanti con il passo, seppur significativo, degli ultimi anni non è più un’opzione praticabile. Non è nemmeno giustificabile prendere tempo a causa dell’attuale crisi finanziaria, ma anzi sarà cruciale rendere le politiche per l’energia pulita e per la lotta contro i cambiamenti climatici una strategia chiave per affrontarla perché, dice EREC, l’annosa battaglia tra la protezione ambientale e lo sviluppo economico fa parte ormai del passato. E bisogna quindi cambiare paradigma.

LB

20 novembre 2008

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti