Diverse misure per promuovere le fonti rinnovabili sono previste, principalmente per le aziende agricole, nei bandi dalla Regione Veneto. I bandi sono stati presentati nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale, il documento con cui la Regione recepisce gli orientamenti comunitari per la politica di sviluppo rurale per il periodo 2007-2013.

Tre milioni di euro sono stati stanziati, ad esempio, per la “Incentivazione della produzione di energia e biocarburanti da fonti rinnovabili” (misura 311-asse 3). Potranno accedervi gli agricoltori di tutta la regione, eccetto quelli residenti nei poli urbani, con la possibilità di farsi finanziare strutture e impianti per produrre energia elettrica e termica da fonti rinnovabili agroforestali e fotovoltaiche, nonché da carburanti ottenuti da produzioni vegetali provenienti prevalentemente dal fondo (Produzioni Agricole Energetiche – PAE) o scarti dell’attività agricola aziendale.

Le aziende agricole di montagna potranno inoltre accedere a specifici incentivi per dotarsi di impianti di cogenerazione o di riscaldamento a biomassa, con particolari requisiti di efficienza, anche tramite la misura 121 m – asse 1, “Ammodernamento delle aziende agricole in montagne”. Altre misure ancora incentivano chi ricava biomassa dalla manutenzione dei boschi, finanziando, ad esempio, macchinari per il taglio della legna.

Interessante, infine, la possibilità di ottenere un finanziamento per un progetto integrato di filiera forestale (PIFF). Con questa opzione si possono ottenere finanziamenti per la realizzazione di un impianto di teleriscaldamento a biomassa. I contributi andranno ai vari componenti della filiera che avranno presentato il progetto: i proprietari dei boschi, le imprese che tagliano la legna e chi gestisce l’impianto.

Le domande per accedere a questi finanziamenti vanno presentate entro il 15 giugno. Per ulteriori informazioni si consulti il sito della Regione Veneto.

Per informazioni sulle misure previste dai bandi per il Programma di Sviluppo Rurale delle altre Regioni si può consultare la banca dati dei bandi del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

1 Aprile 2008