E’ attivo da pochi giorni un Forum tematico del Partito Democratico su “Energia e mutamenti climatici“. Si chiede ai partecipanti di contribuire con l’inserimento di documenti, opinioni, critiche e pareri su quella che dovrà essere una delle questioni programmatiche più rilevanti per le prossime scelte politiche.

Il Presidente del Forum, Gianni Silvestrini, anche direttore scientifico di QualEnergia, presenta l’iniziativa proponendo una serie di argomenti che potrebbero essere oggetto di discussione.

— — —   — — —

Gli impegni legati ai cambiamenti climatici e gli alti prezzi dell’energia hanno innescato una rivoluzione energetica che trasformerà profondamente domanda ed offerta nell’intero pianeta.

In Italia occorrerà adeguare le interconnessioni (elettrodotti, gasdotti, rigassificatori) con l’estero e cogliere la sfida sul fronte dell’efficienza e delle fonti rinnovabili, anche in relazione agli obbiettivi europei al 2020.

Per il raggiungimento della quota di energia verde (17% dei consumi finali) occorrerà nei prossimi 13 anni triplicare l’attuale quota di rinnovabili, una sfida ambiziosa e costosa che andrà affrontata con coraggio per coglierne le opportunità.

Sul fronte dell’efficienza si possono ottenere risultati significativi con un vantaggio economico netto per il paese (obbiettivi sempre più stringenti sulle costruzioni, innalzamento degli standard di elettrodomestici, illuminazione, motori elettrici, revisione dei cicli produttivi …).

Nel contesto di forti impegni vincolanti su scala internazionale (Kyoto e post-Kyoto, Unione europea) e di una strumentazione nazionale in rapida evoluzione (certificati verdi e bianchi, conto energia, ecc.), diventerà decisivo il ruolo delle Regioni e degli Enti locali.

Per vincere la sfida dovremo infine strutturare un forte e innovativo comparto industriale in grado di competere a livello internazionale nel campo dell’efficienza e delle fonti rinnovabili.

— — —   — — —

Per l’iscrizione al Forum: clicca qui

14 febbraio 2008