Le buone pratiche per Kyoto

  • 31 Agosto 2007

CATEGORIE:

Premio "Enti locali per Kyoto. Buone pratiche per il clima" all¹azione più innovativa e significativa realizzata dalle Amministrazioni locali. Le domande di partecipazione entro il 5 ottobre.

ADV
image_pdfimage_print
Anche quest’anno è stato indetto il Premio “Enti locali per Kyoto. Buone pratiche per il clima”, che sarà assegnato all¹azione (anche più di una exaequo) più innovativa e significativa realizzata o in corso di realizzazione dalle Amministrazioni locali (compresi Enti Parco) in una delle seguenti quattro aree tematiche: efficienza ed energie rinnovabili; mobilità sostenibile; gestione dei rifiuti e riciclo; consumi sostenibili e gestione ambientale. Per i progetti integrati si segnaleranno le diverse aree di riferimento. In particolare i progetti ammissibili per le 5 aree sono:

1. Efficienza energetica ed energie rinnovabili. Ammissibili azioni, servizi, prodotti diretti: alla diffusione dell¹efficienza energetica nei servizi pubblici, negli usi domestici, nelle attività produttive; all¹efficienza energetica degli edifici (anche attraverso norme e regolamenti vigenti); allo sviluppo dell¹impiego di energie rinnovabili; alla riduzione delle emissioni di CO2 anche attraverso interventi di forestazione sostenibile e sostegno a progetti qualificabli come crediti di emissione.

2. Mobilità sostenibile. Ammissibili azioni, servizi, prodotti diretti: alla riduzione dei fabbisogni di mobilità su mezzo privato; allo sviluppo della mobilità ciclopedonale; allo sviluppo del trasporto pubblico; allo sviluppo dell¹impiego di combustibile a bassa emissione di CO2 (biocombustibili, ibridi, metano…).

3. Rifiuti e riciclo. Ammissibili azioni, servizi, prodotti diretti: alla riduzione della formazione dei rifiuti; all¹incremento dei recuperi di rifiuti destinati effettivamente a riciclo; allo sviluppo di soluzioni innovative di riciclo e di compostaggio o digestione anaerobica; all¹ottimizzazione del recupero energetico dalla combustione dei rifiuti.

4. Consumi sostenibili e gestione ambientale. Ammissibili azioni, servizi, prodotti diretti: all¹adozione di pratiche e procedure di green public procurement (acquisti orientati verso prodotti ecologicamente sostenibili) e di acquisto etico all¹interno delle Amministrazioni pubbliche; allo sviluppo di sistemi di gestione ambientale, contabilità ambientale e sociale, reporting di sostenibilità con particolare attenzione agli aspetti energetici e di riduzione delle emissioni climalteranti.

5. Premio Speciale del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane. E’ trasversale alle quattro aree identificate nei paragrafi precedenti, attribuito a quelle buone pratiche che si caratterizzano per una particolare valenza educativa e comunicativa e per l’attenzione data agli aspetti della partecipazione e coinvolgimento dei soggetti interessati e dei cittadini.

Oltre alle azioni premiate potranno essere anche segnalate altre buone pratiche meritevoli di attenzione e di disseminazione.

Le azioni innovative in campo ambientale dovranno aver conseguito (o si dovranno poter valutare) prestazioni ambientali oltre la norma. I criteri di valutazione prevalenti saranno:
1. l¹efficacia dell¹azione rispetto all¹obiettivo primario della riduzione delle emissioni di CO2
2. l¹innovatività dell¹azione (sia sotto il profilo sistemico, che gestionale o tecnologico)
3. la replicabilità dell’azione.

Le schede di partecipazione (vedi allegato) vanno inviate entro il 5 ottobre
Il Premio ha il supporto tecnicoscientifico di Ambiente Italia e il patrocinio del Ministero dell’ Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e di Anci. Promuovono l’iniziativa Legambiente, Kyoto Club ed Ecomondo (Fiera di Rimini). La giuria sarà composta da diversi enti e tra questi il Kyoto Club.

16 luglio 2007

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti