Il solare termico è cresciuto in Europa oltre ogni aspettativa e anche il riscaldamento e il raffrescamento prodotti con il solare termico stanno sta uscendo dall’alveo di tecnologie di nicchia.
Con 2.100 MW termici, pari a circa 3 milioni di metri quadrati di collettori installati nel solo 2006, la crescita annuale si è attestata intorno al 47%. Il mercato del solare termico ha registrato un raddoppio in meno di tre anni.

Questi i principali dati emersi nel corso della conferenza europea sul solare termico (ESTEC 2007) svoltasi a Friburgo (Germania) in questi giorni. In questa sede sono state presentate da ESTIF (European Solar Thermal Industry Federation) le ultime statistiche sul mercato per i 27 paesi dell’UE+Svizzera.
Tra i paesi leader, la Germania domina ancora incontrastata con oltre un milione e mezzo di metri quadrati di collettori installati lo scorso anno (1.050 MWt). Cresce fortemente il mercato francese (+ 81%), l’Austria, ad eccezione di Cipro, continua ad essere il paese leader per potenza procapite (25 kWt per 1000 abitanti), si dimensiona più correttamente verso l’alto il mercato italiano (186.000 m2 – 130 MWt nel 2006) e porta la sua quota sul mercato europeo al 6%, si svegliano i mercati britannico e irlandese, si confermano la Spagna e la Grecia e ne nascono di nuovi come quello polacco e sloveno.

Ma il potenziale del settore è grande se pensiamo che paesi importanti come Spagna e Francia stanno aggiungendo installazioni al 10-15% dei livelli austriaci.
La potenza totale oggi operativa nell’UE27 è di 13,5 GWt (19.219.722 m2 di collettori) capaci di produrre 9.600 GWh di energia solare termica (pari a oltre 800.000 tonnellate equivalenti petrolio).
Le previsioni di crescita per il 2007 sono più moderate (+17%), con una potenza aggiuntiva di 2,47 GWt (2,5 milioni di m2). La causa? Le vendite in Germania rimarranno allo stesso livello del 2006. Ma siamo certi che verremo smentiti dai dati ufficiali del prossimo anno.
L’obiettivo per l’industria del solare termico, annunciato da tempo da ESTIF, è di riuscire ad avere entro il 2020 un metro quadrato di collettori per ogni cittadino europeo.

Scarica il documento ( 8 pp.) “Solar Thermal Markets in Europe. Trends and Market Statistics 2006“.

LB

22 giugno 2007

Fonte immagine: GASOKOL / ESTIF