Il Sole pubblico

  • 8 Giugno 2007

CATEGORIE:

Il Ministero dell'Ambiente ha emanato tre bandi per l'energia solare delle strutture pubbliche. Risorse pari a 17,6 milioni di euro per il fotovoltaico di pregio, il fotovoltaico nelle scuole, il solare termico per gli enti pubblici.

ADV
image_pdfimage_print
Il Ministero dell’Ambiente ha emanato 3 bandi all’interno di un pacchetto di misure denominato “Programma Nazionale per l’energia solare” che impiega risorse (oltre 17.600.000 di euro) in gran parte recuperate da fondi non spesi da precedenti bandi nazionali sulle rinnovabili. I bandi sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 126 del 1 giugno 2007. Vediamoli uno per volta.

Il primo è il bando “Fotovoltaico nell’architettura” ed è rivolto a Comuni capoluogo di provincia, a Comuni in cui vi sono territori facenti parti di aree naturali protette di valenza nazionale o regionale, a Province, a Università statali e ad Enti Pubblici di ricerca. I fondi stanziati sono 2.628.559 euro.
L’incentivo è al 50% in conto capitale per la realizzazione di impianti fotovoltaici di taglia compresa tra 1 e 50 kWp, “completamente integrati in complessi edilizi secondo criteri di replicabilità che risultino funzionali alle tipologie edilizie proprie del territorio e delle zone in cui verrà realizzato l’impianto stesso”.
Visto l’alto valore degli impianti, il limite massimo stabilito per il costo ammissibile incentivabile è di 8.500 € per kWp installato.
Le domande di incentivazione potranno essere presentate dal 2 luglio 2007; l’ultimo giorno utile è il 31 dicembre 2007.

Il secondo bando è denominato “Il sole a scuola” ed è rivolto ai Comuni e alle Province che siano proprietari di edifici ospitanti scuole medie inferiori o superiori. Qui i fondi a disposizione sono 4.700.000 euro e il contributo in conto capitale è per la realizzazione di impianti fotovoltaici sugli edifici scolastici e, simultaneamente, per l’avvio di un’attività didattica volta alla realizzazione di analisi energetiche e di interventi di razionalizzazione e risparmio energetico nei suddetti edifici, con il coinvolgimento degli studenti.
Gli interventi incentivati nel bando sono finanziabili nella misura del 100% dei costi ammissibili. Il limite massimo per ciascun edificio scolastico è pari a 10.000 euro, di cui fino a 1.000 euro utilizzabili per sostenere l’attività didattica. Ricordiamo che per le scuole pubbliche l’incentivo di qualsiasi entità è cumulabile con la tariffa incentivante del conto energia.
Anche qui il primo giorno utile per presentare le domande è il prossimo 2 luglio. Il bando sarà aperto fino ad esaurimento fondi.

Il terzo bando riguarda il solare termico per le Pubbliche Amministrazioni e gli Enti Pubblici (comprese le società collegate o controllate dai suddetti Enti).
Il bando, denominato “Il sole negli Enti Pubblici“, ha riservato un fondo di 10.334.422 euro, in gran parte proveniente dai residui del vecchio bando “Solare termico per Enti pubblici ed Aziende Gas”, che viene così contestualmente chiuso.
I contributi in conto capitale sono nella misura del 50% (nel precedente bando erano del 30%), salvo i casi in cui la quota dell’investimento a carico del soggetto proponente sia coperta attraverso il finanziamento tramite terzi operato da una ESCO (Energy Service COmpany); in questo caso il contributo è del 65% dei costi ammissibili. Le domande possono essere già presentate.

Per ulteriori chiarimenti: Ministero Ambiente – Direzione per la Salvaguardia Ambientale, Divisione Energie Rinnovabili:

Bando “Fotovoltaico nell’architettura”
e-mail: [email protected]

Bando “Il sole a scuola”
e-mail: [email protected]

Bando “Il sole negli Enti Pubblici”
e-mail: [email protected]

4 giugno 2007

LB

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti