Mais alle stelle con l’etanolo

  • 16 Maggio 2007

CATEGORIE:

Secondo la Fao l'industria dei biocombustibili spinge in alto i prezzi di cereali, come il mais. Nel prossimo anno previsto è un aumento del 9% dell'impiego industriale dei cereali minori

ADV
image_pdfimage_print
Secondo la Fao, la produzione di etanolo farà aumentare la domanda di mais. Nel biennio 2007-2008, l’agenzia alimentare dell’Onu prevede che la rapida crescita della domanda di etanolo basata sul mais, farà aumentare il totale dell’impiego industriale di cereali minori del 9%”. E’ quanto riportato dall’ultimo bollettino Fao “Crop Prospects and Food Situation” (Prospettive dei raccolti e situazione alimentare) appena pubblicato.

Anche se la produzione cerealicola mondiale raggiungerà nel 2007 il livello record di 2,095 miliardi di tonnellate, con un aumento del 4,8% rispetto al 2006, le scorte saranno al loro livello più basso degli ultimi due decenni e, quindi, la disponibilità complessiva sarà ancora appena sufficiente a soddisfare l’aumentata domanda fatta lievitare dalla rapida crescita dell’industria dei biocombustibili.

Le prime previsioni per la produzione di “cereali minori” sono state riviste al rialzo e adesso si attestano intorno a 1,051 miliardi di tonnellate, un quantitivo record secondo il rapporto: 7,1% in più rispetto all’anno scorso. Il grosso dell’aumento si registrerà nella produzione di mais, che rappresenta il 70% del totale.

Secondo il bollettino Fao nel 2006/07 i prezzi internazionali della maggior parte dei cereali hanno avuto un sensibile aumento e con tutta probabilità rimarranno alti nel 2007/08. Di conseguenza, si prevede che nella stagione in corso il costo totale delle importazioni di cereali dei paesi a basso reddito e con deficit alimentare aumenterà di circa il 25%.

16 maggio 2007

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti