Scrivi

Emissioni in salsa francese

  • 12 Gennaio 2007

Il ministero dell'Economia, delle Finanze e dell'Industria francese lancia il primo programma nazionale per la generazione domestica di riduzioni di emissioni di CO2

ADV
image_pdfimage_print

La Francia è il primo tra i 15 paesi membri dell’Unione europea prima dell’allargamento del 2004, a lanciare un programma nazionale per la generazione “interna” di riduzioni di emissioni di CO2 equivalente nell’ambito dei progetti di Joint Implementation (JI). Nella prassi, fino ad oggi, tali progetti hanno interessato solo i paesi dell’est europeo, tra cui Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca. La scelta delle autorità francesi ricalca simili programmi nazionali già in vigore in Canada ed in Nuova Zelanda, ma è completamente innovativa nel panorama della UE a 15.

Il piano francese mira a creare nuovi incentivi per le riduzioni delle emissioni dei gas serra in settori ed impianti non inclusi nell’ambito di applicazione del sistema europeo di emissions trading. Il potenziale di riduzione di tali emissioni è stimato in almeno 15 milioni di tonnellate di CO2 equivalente, generate, tra gli altri, nei settori delle emissioni di metano e negli impianti di generazione di energia elettrica alimentati con fonti rinnovabili.

scarica il dossier

LM

12 gennaio 2007

Potrebbero interessarti
ADV
×