Questo nuovo studio della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) dimostra che più della metà del surplus di quote di emissioni registrato nel mercato Europeo di Emissions Trading nel 2005 corrisponde a delle effettive ed efficienti politiche di riduzione delle emissioni di CO2 adottate dalle imprese, invece che a una sovra allocazione delle quote da parte dei governi nazionali.

La distribuzione troppo generosa delle quote di emissioni da parte delle autorità nazionali è stata considerata da molti esperti come la causa principale della eccessiva volatilità e del ribasso dei prezzi nel 2005. Secondo gli esperti della Fondazione Eni Enrico Mattei le imprese incluse nel sistema di Emissions Trading hanno tagliato le emissioni di CO2 di un valore pari a 50 milioni di tonnellate.

LM

Ellerman, D. e Buchner, B. (2006). Over-Allocation or Abatement? A Preliminary Analysis of the Eu Ets Based on the 2005 Emissions Data, FEEM, Nota di lavoro 139.2006

30 novembre 2006