Il ciclo ad impatto

  • 31 Ottobre 2006

CATEGORIE:

Polveri sottili e nuovo ciclo combinato. Un aspetto poco indagato 

ADV
image_pdfimage_print

Si tratta della sintesi di un lavoro condotto da un gruppo di ricerca del Politecnico di Milano che riguarda l’impatto dei nuovi cicli combinati con particolare riferimento alle emissioni di polveri sottili. La campagna di misure condotta in un impianto in Svizzera mostra una emissione nulla o “negativa” di PM10 nel senso che i valori di fondo rilevati risultano superiori a quelli emessi dalla centrale che in sostanza “filtra l’aria”.

Va qui rilevato che le polveri sottili sono dovute anche alla trasformazione in atmosfera di altri inquinanti – specie nella frazione più fine attorno ai 2,5 micron – e che tra i “precursori” di questa quota – detta anche particolato secondario – ci sono anche gli ossidi di azoto (NOx). I nuovi impianti a gas, emettono NOx ma in proporzione inferiore agli impianti convenzionali a olio combustibile (di cui la ricerca propone un confronto) e a carbone.

 

Politecnico di Milano, 23 novembre 2004, pagine 46

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti