In base al rapporto di PricewaterhouseCoopers (PWC), la tendenza di crescita globale delle emissioni da fonti fossili nel 2050 sarà invertita solo se i governi adotteranno una strategia di mitigazione basata su tre punti fondamentali: risparmio energetico, passaggio ad energie “verdi”, attuazione delle tecniche di sequestro e stoccaggio della CO2.

Lo studio in esame prevede una riduzione annuale delle emissioni climalteranti pari allo 0,4% nel periodo 2004-2050. Tale riduzione non inciderà sulla crescita economica globale qualora i tre strumenti menzionati siano combinati insieme. La maggior parte della riduzione attesa proverrà dai miglioramenti nel settore dell’efficienza energetica.

Lo studio analizza anche alcuni Paesi con economia emergente come Cina, India, Brasile e Russia, ed in particolare la relazione tra gli scenari di crescita del prodotto interno lordo ed i livelli di emissione dei gas ad effetto serra.

Testo in inglese.

LM

The world in 2050 – Implications of global growth for carbon emissions and climate change policy, John Hawksworth, PriceWaterHouseCoopers, settembre 2006, pagine 67, testo in inglese

16 ottobre 2006