Emissioni all’italiana

  • 5 Luglio 2006

CATEGORIE:

 E' entrato in vigore con molto ritardo il decreto legislativo sull'Emission Trading. di Leonardo Massai

ADV
image_pdfimage_print

Finalmente! Il 20 giugno 2006 è entrato in vigore il decreto legislativo di recepimento di attuazione delle direttive 2003/87 e 2004/101/CE in materia di scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella Comunità, con riferimento ai meccanismi di progetto del Protocollo di Kyoto.

L’adozione di tale decreto arriva con notevole ritardo rispetto alle prescrizioni della normativa europea, esattamente 2 anni, 5 mesi e 20 giorni, e dopo la condanna dell’Italia da parte della Corte europea di giustizia in data 18 maggio 2006 proprio per il mancato recepimento della direttiva 2003/87/CE.

Il decreto istituisce il Comitato nazionale di gestione e attuazione della direttiva 2003/87/CE, le cui principali funzioni sono:

  • preparazione del Piano Nazionale di Assegnazione;
  • assegnazione delle quote ai nuovi impianti;
  • rilascio delle autorizzazioni e aggiornamento di quelle rilasciate;
  • rilascia annuale di una parte delle quote assegnate.

Tra le altre cose, il decreto disciplina inoltre l’istituzione del registro nazionale delle emissioni e delle quote d’emissioni. Entro il 30 aprile 2008 l’amministratore del registro cancella le quote assegnate per il primo periodo di riferimento che non sono state restituite e cancellate dai relativi impianti. A partire dal 2013, entro il 30 aprile del primo anno di ciascun periodo di riferimento, l’amministratore del registro cancella le quote che non sono più valide e che non sono state restituite e cancellate.

Leonardo Massai

  Decreto legislativo n. 216 del 4 aprile 2006, Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2006

 5 luglio 2006

RC

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti