Bioenergia con giudizio

  • 11 Giugno 2006

CATEGORIE:

Quanta bioenergia può produrre l'Europa, senza compromettere l'ambiente? La risposta la offre l'ultimo rapporto sul tema dell' European Environment Agency

ADV
image_pdfimage_print

Lo scopo di questo report è di stimare il potenziale di biomassa che si potrebbe utilizzare a fini energetici nell’UE, senza compromettere la tutela ambientale.
Vengono esaminati i tre settori di produzione di biomassa a fini energetici: agricoltura, silvicoltura e rifiuti anche in scenari di elevata protezione ambientale
Secondo questo studio il potenziale di biomasse “ambientalmente compatibile” aumenta da circa 190 milioni di tep nel 2010 a 295 milioni di tep nel 2030. Questo potenziale sarebbe sufficiente a raggiungere il target europeo di energia rinnovabile per il 2010, pari a 150 milioni di tep.
Questo potenziale potrebbe soddisfare da solo circa il 17% dei recenti consumi energetici nell’Unione.

Secondo gli autori, nel breve termine il potenziale maggiore è legato alle biomasse da rifiuti, mentre nel medio lungo periodo sarà rilevante il ruolo delle “energy crops” colture ad hoc, il cui sviluppo è previsto consistente, anche a causa della crisi del settore food in agricoltura legato anche alla liberalizzazione dei mercati.
In generale con l’aumento dei prezzi di carbone e petrolio, le biomasse risulteranno sempre più competitive.
Il report sottolinea la necessità di linee guida per i processi di pianificazione a livello locale, nazionale ed europeo, per assicurare che la produzione di bioenergia si sviluppi compatibilmente alla tutela ambientale.

12 giugno 2006

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti