Notizie globali dalla Toscana

  • 24 Maggio 2006

CATEGORIE:

La newsletter della Regione Toscana propone una serie di interesanti notizie su energie sostenibili, Kyoto e dintorni.

ADV
image_pdfimage_print

La Newsletter di maggio 2006 dell’OsservatorioKyoto news riporta sei interessanti notizie su:

1. Emissions Trading (ETS): Il 15 maggio 2006 la Commissione Europea comunica i seguenti valori di emissione di CO2 riferiti a solo 21 paesi europei (mancano Cipro, Lussemburgo, Malta e Polonia): 1785 milioni di tonnellate di CO2 contro il valore fissato dalle autorità nazionali di 1829. Un ottimo risultato. Il surpluss, ben 44 milioni di tonnellate, fa però crollare il prezzo dell’anidride carbonica a 9€/tonnellata.
L’Italia, come altri 5 paesi europei, non è riuscita a contenere le sue emissioni, superando la propria quota di 8,4 milioni di CO2, arrivando a 215,4 milioni contro i 207 concessi. Colpa dell’inosservanza dei limiti imposti degli impianti italiani.

2. La Toscana:La Regione Toscana ha istituito 50.000 euro per incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili e l’ecoefficienza in campo energetico con lo scopo di ricoprire entro il 2012 il 50% del fabbisogno regionale di energia elettrica..

3. Contatori intelligenti: In Inghilterra, entro i prossimi due anni, in 3.000 abitazioni inglesi verranno installati i contatori intelligenti che oltre al consumo energetico in kWh mostrano anche il costo in euro/ora. Questo sistema consentirà la riduzione del 10-15% dei consumi energetici e emissioni di CO2.

4. Agriturismo: energia dal frumento: In Italia, a Balestrate, nel Palermitano, un agriturismo risparmia il 70% dei costi utilizzando come combustibile gli scarti provenienti dalla lavorazione del frumento

5. I prodotti forestali: la capacità delle piante di fissare l’anidride carbonica rende i prodotti forestali oggetto di inserimento dei medesimi nella contabilizzazione del carbonio all’interno degli inventari nazionali delle emissioni e degli assorbimenti del gas serra. Nel documento sono descritti i tre approcci di allocazione dei prodotti forestali messi in commercio.

6. Secondo gli studi scientifici della National Oceanic and Atmospheric Administration americana i gas ad effetto serra sono in costante crescita. Nel 2005 la concentrazione è arrivata a 378,0 ppm (parti per milione) rispetto a 278 ppm dell’epoca preindustriale. Le previsioni non sono positive, si prevede un aumento della temperatura di 3 gradi, e innumerevoli catastrofi. Il consigliere scientifico Sir David King del premier britannico Tony Blair in una critica nei confronti dei politici dice: ” Devono iniziare ad ascoltare gli scienziati”

DRR

24 maggio 2006

La copia della newsletter completa si trova in allegato

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti