Scrivi

Contro la scoria

  • 20 Marzo 2006

Il Nevada contro il sito di stoccaggio definitivo

ADV
image_pdfimage_print

Lo Stato del Nevada che ospita a Yucca Mountain il principale sito di stoccaggio geologico definitivo degli USA ha elaborato questo documento per contestare la licenza all’esercizio emanata dall’autorità di controllo statunitense NRC (Nuclear Regulatory Commission).

In premessa si contesta il modo con cui i termini della licenza sono stati discussi, sia per la poca trasparenza e apertura del processo che per le riunioni riservate avvenute tra i diversi soggetti: NRC, DOE il Dipartimento dell’energia e l’EPA, l’agenzia per l’ambiente. In particolare, si fa notare come sia contro ogni norma di protezione nucleare qualunque contatto non pubblico e formalizzato tra il soggetto che controlla – l’NRC – e il controllato, il DOE.

Oltre alla contestazione del limite di 10 mila anni per la valutazione degli scenari, vi sono diverse contestazioni all’autorità di controllo NRC che ha assunto punti di vista già espressa dall’EPA e già contestati dallo Stato del Neveda.

Per comprendere la scarsa attendibilità delle azioni di protezione del sito va ricordato che è prevista una sorveglianza attiva per 3 secoli e che prima di chiudere definitivamente il sito andranno inserite le barriere di isolamento con materiali particolari (oggi assai costosi) per le quali ovviamente non esiste ancora alcun piano operativo del DOE.

Poiché la credibilità di certe protezioni è dunque lasciata a operazioni che verranno praticamente condotte tra 10 generazioni, la base di credibilità delle decisioni di oggi è assolutamente infondata.

State of Nevada, 2005, 45 pagine
Il documento è in inglese

 

Potrebbero interessarti
ADV
×