Rinnovabili e 'Destinazione Italia': si scrive spalma-incentivi, si legge stop ai rifacimenti

La rimodulazione volontaria degli incentivi non è attraente per gli operatori. Messi di fronte alla scelta obbligata, rinunceranno a futuri rifacimenti, potenziamenti e ricostruzioni. Il legislatore, con una norma inefficace, condann all'abbandono, al degrado e all'obsolescenza il parco italiano delle rinnovabili. Un articolo di eLeMenS.