Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Con la tariffa bioraria, in vigore da quasi sei anni, come noto, l'elettricità costa meno nella fascia F2-F3, cioè dopo le sette di sera fino al mattino e il sabato e domenica. Da quando è stata introdotta però, la differenza di prezzo tra le fasce orarie si è però ridotta: vediamo quanto si può risparmiare con la bioraria oggi.
Il piano di Varsavia è compatibile con le regole UE sugli aiuti di Stato. Previsto un conto energia per gli impianti fino a 500 kW e aste competitive con tariffe premio per le installazioni più grandi. Il budget ammonta a circa 9,4 mld € grazie ai contributi applicati alle bollette dei consumatori elettrici.
La maggior parte dei cittadini dei vari paesi europei guarda con apprensione al surriscaldamento terrestre. Quelli maggiormente preoccupati sono i tedeschi, che però sono anche i...
In un duro comunicato la Commissione scientifica sul Decommissioning ha stigmatizzato le incapacità di programmazione e gestione per lo smantellamento del nucleare in Italia. Le...
Il contributo potrà raggiungere l’80% della spesa ammessa, per un importo massimo di 1.000 euro per ogni sistema di ricarica. Possono fare richiesta privati cittadini, enti...
E' fissata al 19 dicembre la deadline per la presentazione delle richieste di partecipazione al servizio di interrompibilità. Online anche il regolamento 2018/2020, con...
Il MIUR ha stanziato 321 milioni e 100mila euro a favore di Province e Città Metropolitane per interventi di edilizia scolastica per le strutture di loro competenza. Allegato al decreto l’elenco delle 478 scuole già finanziate.
In occasione di KeySolar, evento di KeyEnergy 2017 (7-10 novembre), la redazione di QualEnergia.it, in collaborazione proprio con l’evento di Rimini, ha realizzato una breve guida divulgativa sugli accumuli focalizzata sulle piccole utenze: informazioni di base e consigli per il consumatore.
La Regione Calabria ha stanziato circa 65 milioni di euro per rilanciare l’edilizia sociale, promuovere la nascita di strutture socioeducative, introdurre in via sperimentale tecnologie di assistenza alle persone con difficoltà motorie, ed eliminare le barriere architettoniche negli edifici pubblici.
I cambiamenti in atto nel sistema energetico mondiale, la crescita della domanda al 2040, pari a quanto oggi consumano India e Cina, le rinnovabili e l'efficienza con un ruolo sempre più forte. Ma lo scenario più probabile secondo il nuovo World Energy Outlook 2017 della IEA è la leadership del gas e una domanda di petrolio ben oltre i 100 mb/giorno.
Aste tecnologicamente neutre fino al 2020, dopo di che si punterà su contratti a lungo termine con eventuale garanzia pubblica. Frenata decisa al sostegno alle biomasse, semplificazioni e possibili aiuti in conto capitale per i rifacimenti. Gli strumenti per le rinnovabili elettriche proposti dalla Strategia.
Nuovi studi mostrano quanto possano “pesare” le emissioni "non intenzionali" di metano in atmosfera, dovute alla catena di produzione-trasporto del combustibile. Il dibattito sul ruolo futuro del gas è in pieno svolgimento in Europa e in Italia, anche alla luce della SEN presentata dal Governo.
La garanzia del risultato è il pilastro degli accordi di prestazione energetica (EPC) stipulati tra i clienti pubblici-privati e le società di servizi. Vediamo in sintesi quali sono le caratteristiche più importanti di questi contratti e come facilitare il loro impiego su vasta scala.
Al 2030 la potenza eolica installata potrebbe essere in Italia pari a soli 7 GW, se non si punta sulla tecnologia. Anev reclama l'attenzione delle istituzioni verso il settore, a partire dall'atteso decreto ministeriale. Il Cpem chiede incentivi differenziati per le macchine rigenerate nel minieolico.
La Regione Sicilia ha stanziato 1.795.500 euro per supportare la realizzazione di diagnosi energetiche e l'adozione di sistema di gestione ISO 50001 nelle PMI con sede nel territorio regionale.
La Regione Toscana ha pubblicato un bando da 3,2 milioni di euro per agevolare la promozione di progetti di investimento riguardanti l'efficientamento energetico degli immobili sedi di imprese. Tra gli interventi incentivati anche la produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili.
Dal report di Global Carbon Project presentato a Bonn: nuovo record di 36,8 miliardi di tonnellate di CO2 emesse dalle attività umane. Ha pesato il carbone cinese. Mancano ancora segnali chiari di una stabilizzazione delle emissioni di anidride carbonica, anche se qualche dato potrebbe essere confortante.
Se la riforma delle tariffe elettriche dei clienti non domestici renderà meno conveniente la cogenerazione, per questa tecnologia sono comunque in arrivo anche novità promettenti, come la possibilità di costituire reti private con più utenti e di partecipare al mercato dei servizi di rete.
Le note favorevoli alla decarbonizzazione e quelle stonate sugli aspetti contraddittori del documento programmatico. La posizione comune: iniziare da subito a fare sul serio, a partire dall'emanazione del decreto rinnovabili e dalla Legge di Bilancio 2018. I commenti di Elettricità Futura, Coordinamento FREE, Greenpeace, Legambiente e Wwf.
Uno studio IRENA mostra quanto potrebbero crescere le tecnologie pulite, oltre gli obiettivi inclusi nei piani nazionali volontari (NDC) stilati all’indomani di Parigi 2015 per limitare il surriscaldamento globale. Tendenze e stime per lo sviluppo effettivo delle fonti rinnovabili nei paesi G20.
Il calendario settimanale dei lavori parlamentari che riguardano energia, rinnovabili, efficienza energetica, edilizia, mobilità sostenibile e tutte le tematiche che interessano gli abbonati a QualEnergia.it PRO.
Le critiche del settore fossile, la chiusura delle centrali a carbone al 2025, la spinta sul gas, i target sulle rinnovabili al 2030 e l'ambizioso obiettivo per il fotovoltaico. Una SEN in chiaro scuro che richiede strumenti normativi e politiche ben diverse da quelle passate. Un'analisi di Gianni Silvestrini.
I ministri Carlo Calenda e Gianluca Galletti hanno firmato il decreto MiSE-Ambiente sulla Strategia Energetica Nazionale, con gli obiettivi per le fonti rinnovabili, l’efficienza energetica e le infrastrutture elettriche e del gas al 2030.
Il documento varato dal Governo, evidenziano diversi commenti, avrebbe dovuto puntare con maggiore convinzione sulle tecnologie pulite e sui sistemi di accumulo, anziché assegnare un ruolo di primo piano alle nuove infrastrutture per il gas naturale. Bene l’obiettivo “politico” di eliminare il carbone, ma serviranno misure concrete.
Wwf Italia e ClientEarth hanno presentato ricorso al Tar del Lazio contro la nuova Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata a luglio alla centrale Enel “Federico II”, la più inquinante d'Italia. Le 4 motivazioni del ricorso: nessuna VIA, elevati impatti sanitari, alte emissioni, scorretto trattamento rifiuti.
Approvato in via definitiva alla Camera, il provvedimento fissa nuove agevolazioni per le aziende con elevati consumi di energia. Si parte il primo gennaio 2018 anche con la riforma degli oneri generali per i clienti non domestici. I punti principali del testo e i primi commenti.
In un articolo di Retenergie, un'analisi del concetto di democrazia energetica, dal rapporto con il potere statale alla solidarietà con le lotte per il decolonialismo fino ai paradossi di una transizione equa. Dal report “Towards Energy Democracy”.
Oggi, 10 novembre, il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, presenterà la Strategia Energetica Nazionale, insieme ai ministri Calenda e Galletti. Intanto i sindacati hanno illustrato la propria posizione sulla SEN, chiedendo al Governo che la transizione non sia pagata dai lavoratori.
È online il rapporto GSE sulle aste di quote europee di emissione per il III trimestre 2017. Il documento fornisce aggiornamenti sulle aste di EUA ed EUA A, nell’ambito dello European Union Emissions Trading System (EU ETS). Nel rapporto alcune idee su come tutelare il sistema ETS dalla Brexit.
Raggiunta l’intesa politica preliminare tra Parlamento e Consiglio UE per il mercato del carbonio post-2020. L’obiettivo è ridurre l’eccedenza di quote invendute, favorire gli investimenti in tecnologie pulite, tutelare le industrie energivore ma senza regali al carbone. I punti principali del compromesso. Critiche ong e associazioni ambientaliste.
I problemi del nucleare francese, l'arrivo del freddo, la scarsa produzione eolica e idrica, sono fattori che stanno causando in questi giorni l'aumento del PUN. Le previsioni sono di prezzi alti almeno fino a gennaio, non solo in Italia. Quanto potremmo pagare in più, oltre alla stangata di inizio 2018?
Annunciato oggi a Vallelunga il Piano nazionale dell'Enel per l'installazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici: obiettivo è arrivare a 14mila colonnine nel 2022. La competitività dei veicoli elettrici secondo la visione di Enel. E per gli incentivi, meglio quelli indiretti.
Una strada per la crescita del sistema elettrico italiano sarà realizzabile grazie allo sviluppo quantitativo e in prestazione degli accumuli. L’applicazione dei sistemi di storage nel MSD porterebbe notevoli benefici a livello di sistema, di mercato e, in generale, per l’economia del paese. Vediamo come in uno scenario ipotetico.
I giudici d’appello hanno riformato una sentenza del Tar Lazio su un impianto FV realizzato su un edificio, che secondo il GSE non era totalmente integrato nell’architettura e, quindi, avrebbe dovuto ricevere un incentivo più basso di quello riconosciuto a un impianto con caratteristiche innovative.
Su 11 milioni di sistemi di riscaldamento a biomasse, almeno 4,5 milioni sono obsoleti. La loro rottamazione consentirebbe di abbattere le emissioni fino al 70%. È possibile grazie al Conto Termico. Stufe, inserti e caldaie domestiche certificati dalle stelle di Aria Pulita.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il bando 2017 che invita Regioni e Province autonome a presentare programmi per sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie imprese (PMI) e rendere più efficienti i loro consumi energetici. Il bando.