Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Lo chiarisce una nuova sentenza del Tar Milano. La sola visibilità da punti di osservazione pubblici non basta a vietare gli impianti fotovoltaici in aree vincolate. Nel valutare la compatibilità “si tenga conto che queste tecnologie sono ormai considerate elementi normali del paesaggio”.
Annunciato un accordo preliminare tra l’azienda californiana di Richard Branson e lo Stato indiano di Maharashtra, per un futuro collegamento Mumbai-Pune in 25 minuti con le capsule a levitazione magnetica. Obiettivi e incognite di una tecnologia ancora allo stadio sperimentale.
L'agenzia federale delle reti ha lanciato un bando per una gara "mista" che mette in competizione diretta diverse tecnologie, con un totale di 200 MW di capacità...
Il TAR del Lazio ha pronunciato quattro sentenze di condanna nei confronti del GSE per aver revocato titoli di efficienza energetica ad altrettante aziende che avevano chiesto di...
La Commissione Ambiente della Camera ha espresso parere favorevole allo schema di decreto schema di decreto previsto dal Codice dei contratti, con due condizioni: l'...
La Giunta regionale della Valle D'Aosta ha approvato l’undicesima graduatoria relativa alle domande di mutuo presentate nella regione per interventi di miglioramento dell’...
In Italia questo strumento finanziario non si è ancora molto diffuso, ma potrebbe essere una risorsa importante per regioni e municipalità per trasformare specifici investimenti green infrastrutturali in moltiplicatori di valore, rafforzando le sinergie industriali a livello locale. Il caso dell’Île-de-France.
La fetta di mercato delle fonti pulite sul totale delle nuove installazioni in Europa è cresciuta costantemente: dal 2007 è sempre stata superiore al 50% e dal 2011 non è mai scesa sotto al 70%. Vediamo com'è cambiato il parco elettrico continentale negli ultimi 17 anni.
Uno studio presentato a “Biogas Italy” stima che la filiera del biogas/biometano possa ridurre le emissioni, contribuire agli obiettivi sulle rinnovabili, favorire 21mila posti di lavoro e 16 mld di € in gettito per l’erario al 2030. Il comparto nazionale ha bisogno del varo del decreto biometano.
Il GSE ha pubblicato gli ultimi dati sui TEE, riferiti all'intero anno 2017 e al primo mese del 2018. Il 2017 ha visto una contrazione del numero delle richieste del 54% sul 2016 e l'inizio del 2018 sembra accennare a un calo nelle emissioni dei certificati bianchi rispetto allo stesso periodo 2017. I dati.
Tre aziende canadesi si sono rivolte al tribunale americano per il commercio internazionale, chiedendo di esentare i loro prodotti solari dai dazi di Trump. Altre nazioni colpite dalla politica protezionista americana si stanno lamentando con il WTO e potrebbero varare delle contromisure di ritorsione. Gli ultimi sviluppi del caso-Suniva.
Gli scienziati di Energia per l'Italia hanno lanciato un appello alle forze politiche che si candidano per governare il paese affinché mettano in atto provvedimenti per affrontare la sfida all’inquinamento e ai cambiamenti climatici. Nella lettera anche un invito ai cittadini a votare chi si impegna a perseguire questi intenti.
La regione di Mallorca, Ibiza e le altre isole dell'arcipelago hanno presentato un piano per arrivare al 100% rinnovabili al 2050, passando per obiettivi intermedi al 2020 e 2035 e con misure da mettere in pratica subito. Intanto il governo centrale spagnolo ancora non si è dato impegni al di là di quelli europei.
Il bando sostiene, nello specifico, gli interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti anche attraverso l'utilizzo di più tecnologie.
Nel nostro Paese nel 2017 si sono investiti 2,5 miliardi di $ nell'energia pulita, il 15% in più del 2016 secondo i i dati forniti da Bloomberg New Energy Finance. A livello mondiale i capitali puntati sulle energie rinnovabili sono arrivati a 333,5 miliardi di $, di cui 160,8 sono andati al FV.
Pesano il calo dei costi del gas e il maggior apporto di elettricità da eolico, fotovoltaico ed idroelettrico. Crescono le importazioni e la quota delle vendite da rinnovabili sale al 32,1%, guadagnando quasi 7 punti percentuali su base annuale. I nuovi dati dal Gestore mercati energetici.
Alcuni audit effettuati da Enea mostrano che con le nuove detrazioni 2018, per un tipico condominio popolare a Roma, la spesa per l'energia si può facilmente tagliare quasi dell'80%, rientrando dell'investimento in meno di 6 anni e mezzo. La campagna e alcuni video informativi.
La proposta è inclusa nella lettera appena inviata dal governo federale a Bruxelles, con varie soluzioni per ridurre il numero di auto private nei centri urbani e migliorare la qualità dell’aria. Il paese, al pari dell’Italia, è sotto accusa in Europa per aver sforato i limiti di sostanze inquinanti.
Superata la soglia del 26% in un laboratorio tedesco, con una cella p-type. Rendimenti superiori al 25% finora avevano riguardato solo il fotovoltaico n-type con qualche soluzione particolare, come l’etero-giunzione di silicio amorfo. Risultati e sfide dei ricercatori.
L'ENEA per fare il punto su tutte le novità introdotte dalla Legge 27.12.2017 n.205, ha pubblicato sul proprio sito una sintesi dei cambiamenti introdotti. Quali detrazioni sono scese al 50%? Quali invece restano al 65%? Vediamo il riepilogo.
I meccanismi di capacità elettrica o capacity market in Europa non trovano la loro giustificazione nell’intermittenza delle fonti rinnovabili, come alcune testate giornalistiche specializzate e generaliste hanno invece riportato, spiegano in un loro comunicato ANEV e il Coordinamento FREE.
La DG Energia della Commissione europea ha aperto una consultazione online sull’ecodesign e sull’etichettatura energetica degli elettrodomestici e apparecchi casalinghi più diffusi: frigoriferi, lavapiatti, lavatrici, televisori, computer e lampade.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato una circolare relativa alla disciplina del credito d'imposta per le attività di ricerca e sviluppo, nella quale fornisce ulteriori istruzioni sui criteri di individuazione delle attività ammissibili al beneficio nello specifico settore del software.
A livello globale, la potenza eolica cumulativa, con i 52,5 GW installati nel 2017, è arrivata a 539,3 GW. Dalle turbine eoliche il 55% della nuova potenza elettrica connessa nell'Unione europea nell'anno da poco concluso. La Cina il mercato più importante a livello mondiale, mentre in Europa il primato va alla Germania.
In arrivo 52,5 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti: così l’azienda svedese Northvolt potrà cominciare a costruire l’impianto dimostrativo in Scandinavia, per poi produrre accumulatori al litio su vasta scala. Sfide e incognite di un mercato in crescita ma per ora dominato da pochi marchi asiatici e americani.
Un censimento dettagliato dell'impatto ambientale del trasporto aereo e marittimo in particolare a livello dell'UE28 e i possibili scenari che si potranno delineare fino al 2050. Una sintesi dal rapporto “Transport and Environment Reporting Mechanism – TERM” dell’Agenzia Europea per l’Ambiente.
Nessun riferimento all'esclusione delle opere energetiche. Le critiche più importanti riguardano le soglie economiche, troppo elevate, e la Commissione nazionale, che si vorrebbe più centrale. La palla passa ora alle commissioni competenti di Camera e Senato, poi deciderà il Governo.
I principali fornitori mondiali di wafer solari espandono le loro attività. LONGi Solar, in particolare, punta a triplicare l’output complessivo delle sue fabbriche da 15 GW nel 2017 a 45 GW nel 2020. Già nella seconda metà del 2018 potrebbe verificarsi un eccesso di offerta di prodotti FV, con un nuovo calo dei prezzi.
Nel mercato dei certificati bianchi gli alti prezzi dati dallo squilibrio tra domanda e offerta rischiano di creare un effetto domino che danneggia tutti e mette a rischio l'esistenza stessa del meccanismo. Occorre un intervento deciso per sbloccare l’offerta. L'auspicio dell'analista Paolo Garbellini.
Il Parlamento europeo ha pubblicato una risoluzione con indicazioni e richieste alla Commissione per un nuovo slancio all'innovazione nel settore dell'energia pulita. Fotovoltaico, efficienza, liberalizzazione del mercato ed energia circolare al centro del documento.
Dal 31 maggio 2016 sono arrivate al GSE circa 60 mila domande, per un totale di circa 246 milioni di incentivi richiesti, di cui 137 milioni relativi a richieste di soggetti privati e 109 milioni relativi a richieste della Pubblica Amministrazione.
Le linee guida forniscono ai proponenti uno strumento di supporto e di indirizzo per la predisposizione del riassunto non tecnico che deve essere presentato nell’ambito dei procedimenti di valutazione ambientale.
EU-ASE e Kyoto Club si appellano al Ministro Calenda affinché la saggezza prevalga a tutela delle imprese italiane, cambiando la posizione italiana in Europa in favore dell’efficienza energetica: per un impegno vincolante e monitorabile a livello europeo.
Uno studio pubblicato su Nature spiega perché solo eliminando i sussidi a carbone, gas e petrolio non si avrebbero su scale globale risultati significativi nel taglio della CO2 e nella diffusione delle energie rinnovabili. Più importanti la tassazione della CO2 e investire in innovazione per abbassare i costi delle tecnologie green.
Attraverso l'uso di modelli matematici i ricercatori Jacobson e Delucchi hanno simulato la domanda di elettricità e l'offerta da rinnovabili per 20 aree del mondo in condizioni meteo realistiche e per un periodo di tempo che va dal 2050 al 2054 e per brevissimi intervalli temporali. Analizzati tre scenari di accumulo.
Oltre ai quasi 44mila impianti FV realizzati nel 2017 per una nuova potenza di 409 MW, nell'anno appena concluso in Italia si sono connessi 359 MW di eolico e 95 MW di idroelettrico. Le fonti rinnovabili producono il 36,3% dell’offerta elettrica nazionale. I dati elaborati da Anie Rinnovabili.