Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Ridurre del 70% le emissioni di PM 10 e Benzo(a)pirene del riscaldamento domestico a legna e pellet entro il 2030. È l'impegno che la filiera legno-energia rappresentata da AIEL si assume collaborando con le istituzioni. Cinque gli impegni: turnover tecnologico, biocombustibili di qualità, professionalità degli installatori, manutenzione periodica, buone pratiche da diffondere.
L'accordo prevede la fornitura a prezzo fisso per 5 anni, da parte del gruppo Engie, di energia elettrica da fotovoltaico a quattro stabilimenti in cui si producono laterizi. Nel nostro Paese la strada per i PPA corporate è tutt'altro che spianata, ma le cose dovrebbero migliorare.
Sui social sta circolando un messaggio virale che invita a non pagare un presunto rincaro “di 30-35 euro” che sarebbe in arrivo con la bolletta di aprile. Ci si riferisce agli...
A pochi giorni dalle elezioni politiche e regionali, il network Renovate Italy presenta un manifesto di proposte concrete e mirate su temi energetici e ambientali rivolte ai...
Detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie ed efficienza energetica, iva agevolata al 10%, iper e super-ammortamento e altro ancora: tutte le novità fiscali della legge di...
L’America Latina per la prima volta sorpassa gli Stati Uniti al vertice delle nuove installazioni di fotovoltaico con sistemi di solar tracking. Le vendite totali lo scorso anno...
Posticipato il termine di presentazione dell'istanza per accedere alle agevolazioni per la riqualificazione delle strutture ricettive previste dal Decreto “ArtBonus”. Le novità e le indicazioni per inviare la domanda.
Per semplificare gli adempimenti richiesti ai cittadini, alle imprese e alle pubbliche amministrazioni la Regione Sardegna ha aggiornato le linee guida per l’Autorizzazione Unica degli impianti alimentati da fonti rinnovabili. La delibera e gli allegati.
Oggi a Roma, esponenti di PD, +Europa, M5S, Forza Italia e Liberi e Uguali hanno risposto alle richieste del Coordinamento Free su rinnovabili, efficienza energetica e mobilità sostenibile. Vediamo cosa hanno detto. Lega e Fratelli d'Italia, invitati, hanno invece disertato l'incontro.
Con un recente provvedimento, l’agenzia federale di regolazione stabilisce che gli operatori dei sistemi di trasmissione devono consentire alle tecnologie di storage energetico, come le installazioni di batterie di grande taglia, di partecipare ai vari mercati-servizi in ambito regionale. Sfide e opportunità di un settore in crescita.
Si chiedono alle forze politiche che si presentano alle elezioni impegni precisi sui temi delle rinnovabili, elettriche e termiche, e della mobilità sostenibile. A questo scopo, presentati tre distinti position paper, indirizzati a tutti i partiti, sulle azioni da realizzare entro la prossima legislatura.
Dalla primavera 2018 la consegna degli attestati di prestazione energetica dovrà avvenire esclusivamente mediante la nuova applicazione software "Sirape" che Insiel, società ICT della Regione, ha messo a disposizione della direzione regionale Ambiente ed Energia. Sarà possibile registrarsi dal 1 marzo.
Si può scaricare l'App SafeSchool 4.0 per smartphone e tablet realizzata da Enea che consente di misurare i consumi e la vulnerabilità energetico-strutturale. Utile per una prima valutazione per la programmazione di interventi di messa in sicurezza e riqualificazione ed efficientamento.
Sanzioni proporzionali alle irregolarità riscontrate, importanza dell’autodenuncia, distinzione tra le violazioni “rilevanti” e quelle “minori”: mentre il Gestore dei servizi energetici sta definendo i contorni precisi della nuova disciplina dei controlli introdotta con la Legge di Bilancio 2018, approfondiamo alcuni elementi con Claudio Conti, consigliere di Italia Solare.
Risparmiare energia in modo intelligente è importante per ridurre i costi in bolletta di famiglie e imprese. Per rispondere a questa esigenza lo scorso anno è nata Axpo Energy Solutions Italia, società che realizza progetti di efficientamento energetico e di generazione distribuita da rinnovabili.
Oltre 1 GW di sistemi di accumulo per la rete installati nel 2017, secondo Bloomberg New Energy Finance. In leggero aumento rispetto ai dodici mesi precedenti, anche se l’impennata del 2016 (+61%) resta lontana. Corea del Sud al primo posto, mentre negli Usa è stato un anno di transizione.
Con i 52,5 GW eolici del 2017, la potenza totale globale è arrivata a quasi 540 GW. Nel 2001 si era appena a 24 GW totali. I primi 10 paesi contribuiscono per l’85%. Enormi le potenzialità di mercati ancora inesplorati, come l'America Latina e l'Africa-Medio Oriente. I dati GWEC.
ANCE, associazione nazionale costruttori edili, pubblica un documento che contiente una serie di proposte per rilanciare il settore delle costruzioni, rivolte alle forze politiche in corsa per le elezioni. Vediamo i punti principali del documento, anche per quanto riguarda la riqualificazione energetica.
Uno studio mostra i notevoli progressi compiuti da diverse nazioni per la transizione energetica: elevata produzione di elettricità “verde” e molteplici soluzioni che consentono di gestire l’output variabile dei parchi eolici e solari. I dati dei principali casi esaminati, dalla Danimarca all’Australia.
Nonostante tra 2006 e il 2016 in Italia ci sia stato reale impegno in materia di mobilità sostenibile da parte delle grandi città, il miglioramento dell'aria rimane insufficiente. A confermarlo il rapporto “MobilitAria 2018”, realizzato da Kyoto Club e CNR IIA presentato a Roma oggi, 16 febbraio.
In Europa l’accusa contro l’uso energetico di legna e pellet come risorse critiche per clima e inquinamento è sempre più determinata. La diatriba non è semplice da dirimere perché sono molti sono i fattori di cui tenere conto da una parte e dall’altra. Resta però fondamentale promuovere un uso più moderno e sostenibile delle biomasse legnose.
Nel nuovo “Documento di descrizione degli scenari” il gestore della rete propone una sensibility analysis per capire come potrebbe evolvere l'andamento dei consumi elettrici da oggi al 2040. Se mobilità elettrica e pompe di calore prendessero piede la domanda potrebbe crescere di quasi 100 TWh.
Legambiente lancia ai candidati politici di tutti gli schieramenti un messaggio presentando un pacchetto di idee per la prossima legislatura. Proposte per creare lavoro e rendere l'economia più competitiva attraverso progetti di sviluppo che mettano al centro l’ambiente.
Aggiornate le regole del mercato. La disposizione del MiSE, inviata al GME, arriva per tutelare il corretto funzionamento del meccanismo di incentivazione e limitare gli effetti degli elevati livelli di volatilità dei prezzi sul calcolo del contributo tariffario.
L’Agenzia del Demanio ha avviato la procedura di gara per la sottoscrizione degli accordi quadro per affidare i lavori di manutenzione e riqualificazione energetica degli immobili statali in uso alle PA di tutta l'Italia. L’intera operazione prevede un investimento economico di 477.700.000 euro.
Sono diverse le critiche sulla delibera 50/2018 dell’Autorità per l’energia che prevede di distribuire tra tutti gli utenti una prima parte degli oneri parafiscali non riscossi dalle aziende elettriche. Riportiamo i principali commenti delle associazioni e la risposta dell’Autorità.
Lo scorso mese la produzione elettrica da rinnovabili, tutte in calo tranne che per l'eolico, è rimasta simile a quella del gennaio 2017. In diminuzione del 2,8% la domanda rispetto ad un anno fa. In forte crescita l'import. Un aggiornamento sui dati annuali 2017 da Terna: 103,4 TWh generati dalle rinnovabili, il 32,3% del totale.
In Italia questo strumento finanziario non si è ancora molto diffuso, ma potrebbe essere una risorsa importante per regioni e municipalità per trasformare specifici investimenti green infrastrutturali in moltiplicatori di valore, rafforzando le sinergie industriali a livello locale. Il caso dell’Île-de-France.
La fetta di mercato delle fonti pulite sul totale delle nuove installazioni in Europa è cresciuta costantemente: dal 2007 è sempre stata superiore al 50% e dal 2011 non è mai scesa sotto al 70%. Vediamo com'è cambiato il parco elettrico continentale negli ultimi 17 anni.
Uno studio presentato a “Biogas Italy” stima che la filiera del biogas/biometano possa ridurre le emissioni, contribuire agli obiettivi sulle rinnovabili, favorire 21mila posti di lavoro e 16 mld di € in gettito per l’erario al 2030. Il comparto nazionale ha bisogno del varo del decreto biometano.
Il GSE ha pubblicato gli ultimi dati sui TEE, riferiti all'intero anno 2017 e al primo mese del 2018. Il 2017 ha visto una contrazione del numero delle richieste del 54% sul 2016 e l'inizio del 2018 sembra accennare a un calo nelle emissioni dei certificati bianchi rispetto allo stesso periodo 2017. I dati.
Tre aziende canadesi si sono rivolte al tribunale americano per il commercio internazionale, chiedendo di esentare i loro prodotti solari dai dazi di Trump. Altre nazioni colpite dalla politica protezionista americana si stanno lamentando con il WTO e potrebbero varare delle contromisure di ritorsione. Gli ultimi sviluppi del caso-Suniva.
Gli scienziati di Energia per l'Italia hanno lanciato un appello alle forze politiche che si candidano per governare il paese affinché mettano in atto provvedimenti per affrontare la sfida all’inquinamento e ai cambiamenti climatici. Nella lettera anche un invito ai cittadini a votare chi si impegna a perseguire questi intenti.
La regione di Mallorca, Ibiza e le altre isole dell'arcipelago hanno presentato un piano per arrivare al 100% rinnovabili al 2050, passando per obiettivi intermedi al 2020 e 2035 e con misure da mettere in pratica subito. Intanto il governo centrale spagnolo ancora non si è dato impegni al di là di quelli europei.
Il bando sostiene, nello specifico, gli interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti anche attraverso l'utilizzo di più tecnologie.
Nel nostro Paese nel 2017 si sono investiti 2,5 miliardi di $ nell'energia pulita, il 15% in più del 2016 secondo i i dati forniti da Bloomberg New Energy Finance. A livello mondiale i capitali puntati sulle energie rinnovabili sono arrivati a 333,5 miliardi di $, di cui 160,8 sono andati al FV.