Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Il nuovo video istituzionale nel quale ANEV, l'associazione nazionale dell'energia del vento, illustra lo stato dell’arte del settore eolico italiano e i benefici dell’energia eolica per il nostro Paese.
Un’economia sempre più circolare sarà essenziale per raggiungere gli obiettivi climatici e contribuire al suo processo di decarbonizzazione. Servono politiche orientate al riuso, riciclo, condivisione e progettazione intelligente in ogni paese e nell'UE. Un articolo di G. Silvestrini.
Ogni giorno, per gli abbonati a QualEnergia.it PRO, pubblichiamo progetti europei, programmi di finanziamento regionali, locali e nazionali, bandi per gare d'appalto in tutta Italia per la fornitura di beni e servizi su energia, edilizia ed efficienza energetica, mobilità sostenibile ed altro ancora. I bandi del giorno e l'archivio.
Da ieri, 30 giugno, è possibile presentare domanda per gli incentivi previsti dal DM 23 giugno 2016 e riguardanti la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili non fotovoltaiche. Il portale GSE e come funziona e i link al testo e alle nostre analisi.
Quanto costa realizzare un edificio “ad energia quasi zero” rispetto ad uno “normale”? Quanto bisogna spendere in più per puntare allo stesso obiettivo in una ristrutturazione? Una carrellata sulle nuove tecnologie efficienti che si stanno diffondendo e sulle nuove tendenze nel mercato dell'edilizia.
È un progetto, Hy Solar Kit, su cui sta lavorando un gruppo di ingegneri dell’Università di Salerno, diretti dal professor Gianfranco Rizzo, con alcuni partner. Si tratta di modello ibrido con il motore termico affiancato da uno elettrico, alimentato da una batteria compatibile con l’energia solare ottenibile dalla carrozzeria.
Per quanto riguarda gli impianti a terra saranno messi a gara 1.000 MW all'anno in un periodo di 6 anni, mentre per quelli sugli edifici sono previsti 450 MW/anno in 3 anni. Obiettivi: 10.200 MW al 2018 e tra 18.200 e 20.200 MW al 2023.
Una misura interessante da riproporre in altre aree del paese è quella della Provincia di Trento al via domani 1° luglio. Assumerà a proprio carico gli interessi del mutuo stipulato per anticipare, in termini di liquidità, le detrazioni fiscali per spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica.
La norma del decreto in vigore da oggi porterebbe a revocare gli incentivi agli impianti esistenti, fotovoltaici compresi, se il GSE riscontrasse che sono stati “artatamente frazionati”. Una disposizione con vizi di legittimità secondo l'analisi degli avvocati Andrea Sticchi Damiani e Francesco Saverio Marini.
Entrano in vigore le norme UNI/TS 11300 e UNI/TS 10349 riviste in alcune parti. Ecco tutte le disposizioni aggiornate per calcolare le prestazioni energetiche degli edifici, con particolare attenzione alle fonti rinnovabili, al riscaldamento e raffrescamento e al fabbisogno elettrico di ascensori e scale mobili.
I bandi per la partecipazione ai Registri e alla Procedure d'Asta saranno pubblicati entro il prossimo 20 agosto sul sito GSE. Trascorsi 10 giorni dalla loro pubblicazione, si avranno a disposizione 60 giorni per iscriversi ai Registri e 90 giorni per partecipare alle Procedure d'Asta.
L'accordo con la superpotenza asiatica prevede una maggiore cooperazione per stimolare commercio, investimenti e ricerca nelle fonti rinnovabili, nella cogenerazione, nel biogas, nelle smart grid e nell'efficienza energetica.
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l'attesissimo decreto con gli incentivi alle rinnovabili elettriche non FV. Novità in extremis per gli impianti sottosoglia: l'accesso è fino a tutto il 2017. Il testo e un link alle nostre analisi sui contenuti. Il provvedimento sarà in vigore da domani, 30 giugno 2016, fino al 31 dicembre 2016.
Esternalità negative delle fossili al centro del nuovo studio della IEA sulla qualità dell’aria nel mondo. Nel mirino l’utilizzo indiscriminato dei combustibili tradizionali, soprattutto nelle zone rurali di Africa e Asia, oltre allo smog nelle metropoli in rapida espansione. Soluzioni e investimenti al 2040.
Le regole italiane hanno classificato i sistemi elettrici di produzione e consumo in diverse categorie, ciascuna con un trattamento diverso. Facciamo un po' di chiarezza e un riepilogo della normativa sulle varie configurazioni possibili per i sistemi semplici di produzione e consumo e le reti private.
Il Gestore dei Servizi Energetici ha formulato una proposta di aggiornamento del Catalogo degli apparecchi domestici che rispondono ai requisiti tecnici di conformità del nuovo Conto Termico, che è stata illustrata nel corsodi un incontro con numerose associazioni di categoria.
Obiettivo: 25,3% di rinnovabili al 2020 sui consumi finali. Si punta su fotovoltaico e biomasse. Interventi sui consumi dell'edilizia. La proposta del nuovo Piano Energetico Ambientale Regionale delle Marche approvato dalla Giunta. Dovrà essere approvato dall'Assemblea entro il 2016.
L’occupazione nei vari settori delle tecnologie energetiche rinnovabili cresce rapidamente e sorpassa, in molti casi, il numero di addetti occupati nelle fonti fossili. Come riqualificare e ricollocare i “colletti neri” è una delle sfide più importanti nel nuovo mercato mondiale del lavoro. Il caso degli Stati Uniti.
Aggiornamento dell'Autorità per il terzo trimestre: per la famiglia-tipo la bolletta elettrica registrerà un aumento del 4,3%, mentre per il gas l’aggiustamento sarà dell’1,9%. Sull'elettricità pesano molto le anomalie che si stanno verificando sul mercato dei servizi di dispacciamento (MSD).
Ultima in ordine di tempo un'analisi previsionale di GlobalData Power che stima un installato FV totale di 756 GW al 2025. Un dato piuttosto conservativo rispetto ad altri studi. Già da quest'anno si supereranno i 300 GW. E allora tra 10 anni non sarà impossibile toccare quota 1000 GW.
Una nuova relazione firmata Aeegsi mostra come in questi ultimi anni il sistema elettrico italiano sia cambiato a causa della crescita delle rinnovabili e della generazione distribuita. I dati su potenza e produzione, gli impatti sul mercato elettrico, il costo degli incentivi.
Il decreto dovrebbe andare in Gazzetta domani. Pubblichiamo il testo definitivo. Intanto il contatore degli incentivi alle rinnovabili non FV segna uno scatto indietro da 51 milioni di €: il tetto è più lontano e con l'imminente pubblicazione del DM non dovrebbe più preoccupare. Vediamo come cambierà il metodo di calcolo.
Uno studio AIEL dimostra che i dati ufficiali su consumi ed emissioni di PM10 prodotte dalla combustione domestica di legna e pellet abbiano lacune e discrepanze. Un'elaborazione ad uso dell'opinione pubblica e della politica, per operare scelte corrette di riqualificazione del parco installato.
Al vertice trilaterale di Ottawa è atteso un impegno formale dei tre Paesi per puntare sulle fonti a zero emissioni di CO2 (rinnovabili in primis, ma anche nucleare). L’accordo dovrebbe includere un aumento dell’efficienza energetica e una riduzione delle emissioni di metano nell’industria oil&gas.
Il problema dei rifiuti in Italia richiede un indirizzo legislativo, vanno condivise le buone pratiche e le soluzioni innovative per la loro gestione, ma soprattutto serve una revisione organica della normativa. Gli obiettivi europei possono fare da traino?
L’Autorità per l’Energia definisce la regolazione sugli sbilanciamenti nel periodo luglio 2012 - settembre 2014, in seguito alle sentenze del Tar Lombardia e del Consiglio di Stato, che hanno annullato la previgente regolazione. Due le opzioni per gli operatori: la delibera e le modalità di scelta.
È stato bocciato l'emendamento proposto da Italia Solare con Codici, Greenpeace, Legambiente e WWF Italia al “DDL Concorrenza” e presentato alla Commissione Industria del Senato per ridurre i costi in bolletta grazie all'utilizzo delle rinnovabili. L'associazione lancia una petizione.
I dati statistici ufficiali sui consumi finali lordi di energia da fonti rinnovabili, nei settori elettrico e termico, rilevati nelle Regioni e nelle Province autonome italiane. Per il settore termico si tratta della prima pubblicazione di dati ufficiali a livello regionale.
ENEA propone un nuovo meccanismo di incentivazione per le riqualificazioni profonde. L’innovativa strategia raccoglie diversi consensi, tra i quali quello di Enrico Morando, Vice Ministro dell'Economia. Dettagli della proposta e aspetti da approfondire. Articolo di Virginio Trivella (Renovate Italy).
Il referendum del 23 giugno ha lasciato fuori dal dibattito i temi energetici e ambientali, che però sono tornati alla ribalta dopo la vittoria del “leave”. La Gran Bretagna continuerà a promuovere le rinnovabili? Che fine farà il suo impegno per ridurre le emissioni di CO2? Vediamo come potrebbe svolgersi questa partita.


agenzia di comunicazione roma marketing roma