Se non riuscite a visualizzare correttamente questa newsletter fare click qui
Newsletter n. 280 del 23 dicembre 2016

Il 2016 è l'anno record per l'incremento della temperatura e nell'Artico la situazione è drammatica. Tuttavia l’impegno climatico inizia a dare dei risultati, tanto che le emissioni negli ultimi tre anni si sono stabilizzate, anche con una crescita annua del Pil del 3%. Quali le variabili in gioco? L'editoriale di Gianni Silvestrini.

Il mercato elettrico che cambia

Un boom di start-up che permettono lo scambio di elettricità tra privati. Grazie alla tecnologia blockchain si sta sviluppando un mercato peer-to-peer in cui ogni device può acquistare e vendere energia automaticamente, senza l’intermediazione di operatori centralizzati.

Nei primi 11 mesi dell'anno la domanda di elettricità in Italia è in diminuzione del 2,3% e la generazione da rinnovabili del 2,6% rispetto allo stesso periodo 2015. Le rinnovabili hanno soddisfatto finora il 34,8% del fabbisogno elettrico. In crescita significativa solo l'eolico. Gli ultimi dati Terna.

PUN in rialzo e produzione da gas ai massimi dal 2012: è l'effetto sul mercato elettrico italiano dello stop parziale del nucleare francese. La situazione potrebbe sbloccarsi con il riavvio di molte centrali tra quelle fermate per le verifiche. Ma cosa succederebbe se invece il fermo si dovesse prolungare?

I dati dall'analisi trimestrale dell'ENEA sul sistema energetico italiano. Novità rilevante rispetto al trend degli ultimi anni: consumi ed emissioni calano pur in presenza di un lieve aumento del PIL. Obiettivi 2020 a portata di mano, nessun problema di sicurezza energetica, ma crescono i prezzi.

Quali costi per la bolletta elettrica

Vediamo per ogni fascia di consumi come cambiano i conti in bolletta con la nuova fase della riforma della tariffa degli utenti domestici che scatta da gennaio. Nonostante lo spot dell'Autorità, risparmia solo chi consuma più di 2.700 kWh l'anno: a riforma completata 24 milioni di utenze, su circa 30 milioni, spenderanno di più.

Fotovoltaico

L’ultimo studio di Bloomberg su 58 nazioni di America Latina, Asia e Africa mostra che i costi medi d’investimento dei grandi impianti eolici e fotovoltaici sono ormai allineati. In alcuni casi, gli impianti FV sono già più competitivi delle turbine. I principali risultati di Climatescope 2016.

Un’ordinanza del Tribunale Penale di Roma ha accolto l'inedita tesi pubblicistica, elaborata dagli Avv. Andrea Sticchi Damiani e Giulia Bongiorno, sulla validità dell'autorizzazione in DIA di due impianti fotovoltaici confinanti. Disposto il dissequestro anche degli incentivi percepiti. Una pronuncia che potrebbe mutare gli orientamenti giuridici in tema di contiguità di DIA.

Quest'anno la stima di crescita è del 34% sul 2015, con 77 GW di nuova potenza FV installata nel mondo. Nel 2015 l'aumento era stato del 32%. Per il 2017 e il 2018 è previsto un rallentamento, con tassi di crescita a una sola cifra. Centrale il ruolo di Cina e India. Le previsioni di IHS.

Da gennaio 2017 ridotto di 10 centesimi il prezzo minimo per l'importazione. L'esecutivo europeo propone di mantenere per altri due anni le misure anti-dumping contro moduli e celle FV made in China. Una cattiva notizia per tutta la parte a valle della filiera europea del FV.

La nuova analisi pubblicata dal GSE sull'andamento della produzione del parco FV italiano nel 2016 mostra un calo coerente con l'andamento della radiazione solare. Ma i dati Terna sul primo semestre e quelli RSE sulle performance mostrano un problema di efficienza degli impianti.

Energia dal basso

Dato per pronto la primavera scorsa, annunciato come imminente durante l’estate, alla fine del 2016 quel famoso decreto per promuovere le rinnovabili per le isole minori ancora è in qualche cassetto. Anche indagare sui progetti di fonti pulite in cantiere per le piccole isole sembra un'impresa ardua. Una nostra indagine.

Finora hanno aderito al movimento per disinvestire dalle fossili investitori che controllano circa 5 trilioni di $ di asset. Disinvestire dalle fossili è responsabilità di ognuno. Ma come si fa? Una delle strade è quella delle cooperative energetiche. Lo spiega Daniela Patrucco di Retenergie.

Accumuli

Un nuovo studio offre un quadro economico completo delle diverse tecnologie di accumulo elettrico, per capire quali sono gli utilizzi più convenienti a livello di rete e “dietro il contatore”. Attesa una generale riduzione dei valori LCOS nei prossimi 5 anni, soprattutto per le batterie al litio.

I mercati delle rinnovabili

La bozza del testo in consultazione apre nuove opportunità per l’uso delle energie rinnovabili nei trasporti, con incentivi e bonus per le riconversioni degli impianti a biogas e la produzione di biometano “avanzato”. Mancano però le norme sulle specifiche di qualità del carburante.

Il gigante asiatico prevede di fare molto di più sull'energia pulita di quanto promesso nei negoziati sul clima. Secondo il governo la potenza da rinnovabili in India dovrebbe passare dai circa 85,3 GW attuali a 346,8 GW nel 2027. Secondo lo scenario non serviranno nuove centrali a carbone.

Il GSE pubblica i dati ufficiali sui consumi finali lordi di energia da rinnovabili, rilevati nelle regioni e nelle province autonome italiane dal 2012 al 2014. Nel periodo monitorato quasi tutte le regioni hanno superato le previsioni di consumo stabilite dal decreto Burden Sharing.

Politica energetica

Distratti dagli obiettivi 2030, in attesa della SEN e di un Green Act che non ha mai dato segni di sé, dimentichiamo la necessità di politiche industriali, agricole, forestali, funzionali agli obiettivi di contenimento delle emissioni, realizzabili solo se si cambia velocità di marcia. A fine 2016 delle misure per il periodo 2017-2020 non vi è traccia.

La recente storia energetica dell’Italia: politiche, numeri, obiettivi, i recenti passaggi normativi e regolatori in un approfondito report dell'International Energy Agency, condito da diverse raccomandazioni per i diversi settori energetici. Le carte in regola per una leadership italiana nelle rinnovabili.

In evidenza

Per le feste una promozione riservata ai nuovi abbonati: fino all’8 gennaio 2017 con l’Abbonamento annuale a QualEnergia.it PRO riceverai anche DUE regali: il volume “Due gradi" di Gianni Silvestrini e l’Abbonamento per il 2017 alla Rivista bimestrale QualEnergia. Abbonati subito!

Efficienza energetica

Dalla Commissione europea un nuovo regolamento in attuazione della direttiva sulla progettazione ecocompatibile degli apparecchi energivori. La norma interessa vari dispositivi per il riscaldamento-raffrescamento dell’aria, chiller di processo e ventilconvettori. Si parte nel 2018.

Il regolamento europeo da settembre 2015 vieta la messa in commercio di caldaie con prestazioni inferiori a un determinata soglia: di fatto è un bando a quelle non a condensazione. Vediamo quando si può installare comunque una caldaia convenzionale a camera stagna o aperta.

A dispetto dell’assenza di un progetto integrato di politica industriale e un naturale accesso al credito in Italia aumentano i buoni esempi di opere di efficientamento energetico. Kyoto Club ne raccoglie 105 in un nuovo libro edito da Edizioni Ambiente.

Da quando è stato avviato lo schema dei TEE non si erano mai visti rialzi dei prezzi come quelli che hanno caratterizzato sessioni del mese scorso. Pubblichiamo, a partire da questo mese, l'analisi del mercato dei titoli di efficienza energetica realizzata da FIRE.

Normativa e Incentivi

Tra le principali novità la proroga per il 2017 e fino al 2021 per alcuni interventi. Il punto della situazione su ecobonus, sismabonus e detrazioni per le ristrutturazioni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2017

Mobilità sostenibile

L’ultimo rapporto di Transport&Environment mostra che le case automobilistiche in Europa modificano a loro vantaggio i risultati delle prove, con una differenza media nei consumi del +42% rispetto alle condizioni di guida rilevate da organismi indipendenti. Il punto della situazione dopo il dieselgate.

Nello scenario più avanzato proposto dall’European Environment Agency i veicoli a zero emissioni saranno l’80% del totale nel 2050. Un'utopia? Vediamo intanto quali potrebbero essere gli impatti delle vetture del futuro sulle reti e sulla riduzione della CO2.

Cambiamenti climatici

Politica ed economia verso i cambiamenti climatici e la gestione delle risorse hanno un approccio culturale obsoleto e di breve periodo. Serve un grande sforzo collettivo, nella politica, ma anche nelle abitudini dei singoli, per un effettivo cambio di rotta. Un articolo di Gianfranco Bologna.

La Commissione Ambiente dell’Europarlamento ha votato una serie di modifiche al provvedimento proposto da Bruxelles per la quarta fase dello schema EU-ETS: taglio lineare più netto delle emissioni annuali di CO2 e maggiore capacità di riserva per assorbire le quote eccedenti. Si spera così di rialzare il prezzo dei crediti.

Energie fossili

È l'ultima mossa del Presidente uscente Barack Obama, appoggiato dal primo ministro canadese Justin Trudeau, per quanto riguarda i territori nell’Artico canadese. Il divieto permanente di trivellazione interessa il 98% delle acque federali dell'Artico per circa 465mila kmq. E forse Trump non potrà annullare la mossa.

Il network per la sicurezza offshore ha presentato un innovativo strumento per la valutazione della sicurezza delle operazioni offshore, che consentirà una facile comprensione dell’esito di tutte le azioni per la sostenibilità dell’oil&gas in Italia.

Eolico

Una nota dell'ANEV fa chiarezza su alcune inesattezze del servizio sull'eolico della trasmissione "Striscia La Notizia" dal titolo "Pale ferme al palo" andato in onda martedì 20 dicembre 2016.

News dalle Aziende: prodotti e servizi

Come acquistare e installare tecnologie ad alta efficienza e impianti a fonte rinnovabile a prezzi scontati e a condizioni finanziarie agevolate, sfruttando gli attuali meccanismi di incentivazione. Una campagna di AzzeroCO2 e Legambiente rivolta a imprese di installazione e clienti finali.

Nel mese di novembre Sonnen ha consegnato oltre 1100 sonnenBatterie raggiungendo un nuovo record di spedizioni mensili. La domanda più consistente proviene dal mercato tedesco, seguito da Italia e Stati Uniti.

L’azienda Omnia Energy 3 srl ha progettato e costruito l'impianto FV da 500 kWp sul tetto del birrificio. L’installazione include 1.866 moduli fotovoltaici Q.PRO-G4 del marchio Q CELLS per i quali è prevista una produzione di energia pari a 580.000 kWh all’anno.