Se non riuscite a visualizzare correttamente questa newsletter fare click qui
Newsletter n. 224 del 6 novembre 2015

Ora il decreto andrà in Commissione UE. Corsa contro il tempo: se non entrasse in vigore entro fine gennaio si sfiorerebbe il tetto di spesa, con un temporaneo stop agli incentivi, anche se con effetti scarsi dal punto di vista pratico, che però potrebbero incidere sulla fiducia degli investitori.

Fotovoltaico

A Roma, il 2 dicembre, il Workshop di QualEnergia.it su come potenziare le opportunità degli operatori del FV: i diversi segmenti di mercato, contesto normativo, aspetti tecnico-finanziari, approccio al cliente finale, diffusione degli accumuli.

Lo stabilimento Tesla è già parzialmente in funzione, in anticipo sui programmi e si è spostata lì parte della produzione degli accumuli per case, aziende e rete. Lo annuncia l'azienda in una lettera agli investitori. La domanda delle batterie stazionarie Powerpack e Powerwall è “molto forte”. Australia, Germania e Sud Africa mercati trainanti.

Politica energetica

Il ddl è stato approvato al Senato e ora torna alla Camera. Moltissime le misure interessanti: dalle norme sul fine vita del fotovoltaico, ai finanziamenti per la mobilità ciclabile e per la bonifica dell'amianto, passando per Oil Free Zone e rifiuti. Una sintesi delle misure e il testo.

Mentre in diverse parti del mondo si investe nelle fonti pulite e vengono messe in campo strategie energetico-climatiche di lungo periodo, il governo italiano sostiene la ricerca di idrocarburi e conduce una guerra a bassa intensità, ma continuativa, contro le energie rinnovabili. Un articolo di G.B. Zorzoli.

Cambiamenti climatici

I consumi cinesi di carbone finora sono stati sottostimati di circa il 17%. Il dato in un documento ufficiale. Ignorate emissioni di CO2 annuali per oltre 1 miliardo di tonnellate: più di quelle dalla Germania e pari al 3% del totale mondiale. Quali le implicazioni?

Gli impegni di una coalizione di grandi aziende potrebbero portare al 65% del taglio della CO2 necessario per stare sotto i 2 °C di aumento della temperatura, muovendo 10mila mld di $ di investimenti. Ma la politica deve farsi garante con un accordo forte a Parigi. Un report di PwC.

Il taglio cumulativo delle emissioni contenuto nei piani nazionali finora presentati è insufficiente per seguire la traiettoria di riduzione necessaria per restare sotto ai 2 °C di riscaldamento globale. Essenziale che dopo la COP21 gli impegni vengano aggiornati. L'analisi elaborata dalle Nazioni Unite.

Gli Speciali di Qualenergia.it

Stato dell’arte tecnologico, quadro normativo, opportunità per trasporti, aziende agricole e comparto industriale, benefici economici e ambientali, investimenti, i temi trattati negli articoli curati da diversi esperti, presenti nello Speciale coordinato dal CIB.

Come fare

Sostituire porte e finestre può essere un'ottima occasione per tagliare la bolletta e migliorare il comfort abitativo con un intervento che, almeno fino a fine anno, gode della detrazione fiscale del 65%. Tipologie di infissi e di vetro, prezzi, prestazioni energetiche e potere fonoisolante: uno sguardo al mondo dei serramenti.

Le 'stube' di tipo tirolese, e le stufe ad accumulo inerziale in genere, stoccano nella loro massa il calore sviluppato durante la combustione per poi rilasciarlo gradualmente, offrendo diversi vantaggi in termini di comfort abitativo, efficienza energetica e comodità d'uso. Alcune notizie utili per i consumatori.

Il mercato elettrico che cambia

A trainare eolico e fotovoltaico. Le fonti pulite stanno producendo un quinto in più che nel 2014 e un kWh su tre ora è generato da fonti rinnovabili. I dati forniti da BDEW.

Edilizia a basso consumo energetico

L'associazione dei costruttori propone una detrazione del 50% dell’Iva pagata sugli acquisti di case nuove in classe energetica A e B effettuati fino al 2018; esenzione dall’IMU, dalla TASI o dalla futura “local tax” per l’acquirente di immobili non adibiti ad abitazione principale; revisione della tassazione sul 'rent to buy'.

Dalla demolizione di un vecchio albergo, l’Opera Universitaria di Trento sta costruendo la nuova residenza per studenti. Un concentrato di tecnologie di bioedilizia e di rapidità costruttiva grazie ai materiali utilizzati. Risparmio energetico stimato di oltre il 40% rispetto a un edificio tradizionale.

I risultati rientrano nel progetto 'Ambasciata Verde' che coinvolge l’Ambasciata francese in Italia che adotterà inoltre un piano su 5 anni (2016-2020) con misure supplementari per risparmio energetico, mobilità sostenibile, rifiuti e appalti pubblici sostenibili.

L’intento è quello di fornire indicazioni operative sia ai progettisti che al personale del Ministero per la valutazione della prestazione energetica dell’edificio storico e delle varie operazioni di efficientamento energetico applicabili.

Energia dal basso

La tangenziale delle bici di Bologna, il bosco sociale di Ferrara, la social street di Bologna, la bicipolitana di Pesaro e molto altro: a Ecomondo di Rimini, Legambiente premia le buone pratiche urbane.

Quali costi per la bolletta elettrica

Quanto incidono le spese energetiche sulla competitività dell'industria nazionale? Perché le imprese italiane pagano l'elettricità più cara dei loro competitor europei? Quali effetti dal calo del prezzo del petrolio? Le risposte in un report curato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Normativa e Incentivi

E' prevista a breve la pubblicazione di un bando da 2.686.500 euro per le PMI lombarde che realizzeranno diagnosi energetiche nei loro siti produttivi e/o che adottano sistemi di gestione ISO 50001.

La Regione Toscana finanzierà con fondi europei un bando da 3 milioni di euro per le imprese toscane che vogliono investire nell’efficienza energetica e nelle rinnovabili, incluse quelle colpite dalle ultime calamità naturali dal luglio 2015. Il bando a dicembre.

Dall'UE quasi un milione di euro. Il totale degli investimenti previsti dovrebbe sfiorare i 15 milioni di €: interventi su 43 edifici pubblici residenziali che ospitano 3300 famiglie. Stimato un risparmio di energia primaria del 55%, pari a circa 1,4 milioni di euro annui.

La generazione distribuita da fonti pulite è frenata da una burocrazia farraginosa, da autorizzazioni lente e da vari vuoti normativi. Piccoli impianti a rinnovabili, SEU, microcogeneratori, biometano: sono diversi i settori in cui poche semplificazioni potrebbero fare molto. Le proposte di Assorinnovabili al Parlamento.

Il contatore del costo degli incentivi alle rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico, secondo l'ultimo aggiornamento comunicato oggi, è avanzato di 54 milioni in un mese. Con il tetto sempre più vicino cresce l'attesa per il nuovo decreto.

Per garantire massima trasparenza sui servizi offerti al cittadino il GSE pubblica nei portali "Open Data" e "Verifiche e ispezioni" tutti i dati su ​impianti incentivati, soggetti beneficiari e importi percepiti.

Ricerca e Industria

Alle attività legate alla sostenibilità ambientale in Italia si devono oltre 102 miliardi di euro di valore aggiunto - pari al 10,3% dell’economia nazionale - e 2 milioni 942mila posti di lavoro. Un'azienda su quattro nel 2015 investe nel green. La fotografia della green economy italiana nel report GreenItaly 2015.

Mobilità sostenibile

Nel mondo le vendite annuali delle auto elettriche dovrebbe passare dalle attuali 500mila a 5 milioni nel 2025. Nel prossimo decennio Europa e Cina acquisiranno la leadership di questo mercato. Una ricerca del Servizio Studi e Ricerche di Banca Mps che sintetizza diverse analisi nazionali e internazionali.

Energie fossili

In diminuzione ad ottobre il consumo di gas naturale in Italia nei settori termoelettrico e industriale, ma crescono molto i consumi nel civile, portando il segno più nei consumi totali del mese. In crescita l'import. Al 1 novembre gli stoccaggi italiani erano pieni al 97% contro una media dell’83,8% dell'UE28.