Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Storage di energia ad aria liquida: come funziona e quali prospettive

Operativo in Gran Bretagna il primo impianto-pilota di taglia commerciale, da 5 MW/15 MWh, che utilizza la tecnologia LAES per liquefare l’aria e poi riportarla allo stato gassoso, attivando delle turbine per produrre elettricità su richiesta. Vediamo in sintesi come funziona questa tecnologia e quali sono le sue prospettive.

Accumulare l’elettricità generata in eccesso dalle fonti rinnovabili, in modo da utilizzarla in un secondo momento per diverse ore.

Tutto questo a costi inferiori rispetto alle batterie al litio, con impianti sicuri e affidabili: la società inglese Highview Power pensa di ottenere questi risultati con la tecnologia LAES, Liquid Air Energy Storage, lo stoccaggio energetico ad aria liquida.

In Gran Bretagna, informa ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO