Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Con la crescita delle rinnovabili, quanta energia dovrà accumulare l’Europa?

Uno studio dell’EASE, l’associazione europea dei sistemi di accumulo elettrico, prova a stimare la domanda tecnica di storage energetico nell’Ue al 2050, considerando vari livelli di diffusione della generazione eolica-solare e diversi gradi di sviluppo delle altre soluzioni che possono stabilizzare la rete.

Di quanta capacità di accumulo energetico avrà bisogno l’Europa nei prossimi anni?

Rispondere è molto complesso, perché entrano in gioco molteplici fattori: innanzi tutto, l’ammontare della generazione elettrica delle fonti rinnovabili, come evidenzia il nuovo studio dell’EASE, European Association for Storage of Energy, associazione europea del settore.

La variabilità produttiva dei parchi eolici-solari, che a sua volta dipende dalle condizioni meteorologiche (ventosità, irraggiamento e così via), è il primo elemento da considerare, insieme però a tanti altri, che riguardano lo sviluppo futuro delle reti elettriche.

Così il documento (vedi link in basso per il testo completo) ha provato a ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO